2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

27.12.05

King Kong (id., 2005)
di Peter Jackson

Fossero state 3 ore di pure intrattenimento di qualità sarei stato ampiamente soddisfatto, anche perchè penso che Peter Jackson la qualità la possa tirare fuori, ma assolutamente non è accettabile un film dove c'è almeno tutta la prima delle 3 ore da buttare e l'80% dei personaggi è ridicolo. E' inaccettabile anche se le restanti 2 ore e i restanti personaggi sono buoni.
Se il film iniziasse dall'arrivo sull'isola e finisse (come finisce) con la morte della grande scimmia sarebbe decisamente un signor film. Invece...
Invece Peter Jackson ansioso di dipingere lo splendido affresco storico di New York della depressione sfocia nel più becero ronhowardismo, luoghi comuni, battute eccessivamente "filmiche" (nell'accezione peggiore) personaggi tagliati con l'accetta e nessuna originalità. Un'ora di inutilità a tratti anche mal girate.
Tutt'altra pasta quando si arriva sull'isola del teschio, abitata da una tribù molto signoredeglianelliesca, lì si comincia a vedere azione e coinvolgimento. Il film diventa molto più simile a quello che erano gli intenti di Cooper e Schoedsack nel 1933, un film d'avventura esotico con un finale altamente sentimentale e simbolico. Spettacolari le sequenze della carica dei brontosauri e tutte quelle delle lotte di King Kong (ma lì ogni giorno è così?), veramente puro intrattenimento. Certo al vedere quei dinosauri non può non venire in mente (se non altro per affinità) il Jurassic Park di Spielberg e il confronto (nei termini dell'azione) è decisamente impietoso. Quell'uomo nel 1993 aveva tirato fuori un'opera tecnicamente anche più valida (in King Kong ogni tanto si vede che alcune scene sono girate su un fondale, in Jurassic Park si usano solo gli effetti speciali che sono trasparenti per davvero), e sicuramente più solida nello scorrimento, tesa ed emozionante dall'inizio alla fine. Ma quello è Spielberg.
Come molti hanno detto è particolarmente ben riuscito il rapporto Naomi Watts/King Kong, autenticamente fiabesco (cosa non facile), ma soprattutto, forse unica cosa veramente valida, è il personaggio di Jack Black il regista senza scrupoli, votato al dio denaro ma in fondo anche all'arte pronto a sacrificare tutto non solo per il successo ma anche per un'opera incredibile.
Infine è fuori discussione la riuscita tecnica di tutta la sequenza sull'Empire State Building.
Infine infine se si vuol davvero fare un paragone con il film originale (dimenticando che ce n'è stato anche uno negli anni '70), l'unica cosa con un certo senso che si può dire è che se quello del '33 tra le mille cose per le quali si connotava e per le quali stupì il suo pubblico, c'era la tecnica (in quel caso stop motion) che consentiva l'animazione e la presenza accanto agli attori del gigantesco scimmione, così anche una delle cose più stupefacenti è l'interazione e l'animazione di King Kong. Fatta nel medesimo modo in cui era fatta quella di Gollum ne Il Signore Degli Anelli (anche con lo stesso attore, Andy Serkis), questa tecnica usata quasi solo da Peter Jackson porta gli effetti speciali nel regno del sentimento e della recitazione.

King Kong (id., 1933) di M. Cooper e E. Schoedsack su Pellicole Rovinate





Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.