20.7.05

La Terra Dei Morti Viventi (Land Of The Dead, 2005)
di George A. Romero

Share |

Leggo dovunque di questo capolavoro di Romero, del quale avendo visto solo il mitico La Notte Dei Morti Viventi mi fido e vado a vederlo. Occorre dirlo subito: è un brutto film. Si è proprio brutto. E' brutto perchè non c'è un'idea che sia una! Gli zombi che si incantano a guardare i fuochi d'artificio? No, non mi convinci. Gli zombi che in fondi c'hanno pure loro le loro ragioni e vogliono vivere in pace (cibandosi di noi però!)? No, non mi convinci. No, non sono idee queste, questi sono corollari alla trama. Già la trama..... La trama è di stampo classico che più classico non si può, e questo di per sè non è un male, anzi, è la tipica trama con il tipico svolgimento dei film d'azione anni '80. Ciò che davvero non funziona, ma non funziona proprio, sono i personaggi: ridicoli tutti dal primo all'ultimo, nessuno che abbia una psicologia che si possa definire tale, tant'è che non riescono a comunicare se non per luoghi comuni e frasi fatte. Il film è un susseguirsi di tipiche scene da film dell'orrore, dove tipici personaggi fanno i tipici errori e subiscono le tipiche punizioni. Già visto, già sentito. Niente di nuovo e per giunta fatto male. Si, proprio fatto male, perchè non mi ha nemmeno avvinto, non mi ha messo paura, non mi ha messo tensione, non mi ha divertito e non mi ha emozionato. No. Questo non è un bel film. No. E non voglio sentirle nemmeno tutte le storie sulla critica alla società contemporanea, sui mille riferimenti intrafilmici all'attualità e su quanto Romero sappia leggere la situazione e riproporla sotto metafora di zombi. No, queste sono quelle scuse che si danno a posteriori per giustificare un'opera simile. Un bella metafora della situazione presente non regge un film, può solo essere un elemento in più, ma non centra nulla con il cinema.





12 commenti:

Mariolone ha detto...

Il prete ha salvato la serata.....

Andy Versus detto il RA ha detto...

Veramente unammerda

Valerio ha detto...

meno male che nun lo visto!

frankie666 ha detto...

vi ricordate quella puntata dei Simpson dove i francesi mandano un razzo nucleare a Springfield e si salvano Homer e famiglia con tutti gli altri che diventano mutanti???
Anche lì quelli volevano essere buoni e pretendevano i loro diritti, però i simpson li massacrano....
In 20 minuti Matt Groening ha fatto tutto quello che non è riuscito a fare questo pirla in 2 ore di film....

Er Compatto ha detto...

Come sempre non parlo del film (che non ho visto) ma dello score (che ho sentito) a 4 mani, quelle di Reinhold Heil e John Klimek, compositori inseparabili che qui firmano a mio parere uno score orribile, fatto da silenzi e temi poco incisivi. 73 minuti di score che nel film possono funzionare, ma da soli non valgono niente.

Anonimo ha detto...

Ah no,su questo permettimi di dissentire, è un bellissimo film horror, tiene la serata, ti mette l'ansia addosso sopratutto per il finale e per la capacità maturata da parte degli zombie di adeguarsi di imitarci di poterci QUINDI rimpiazzare.
A me mette ansia, a me mette paura percui non sono d'accordso con te su nessuno dei punti che hai trattato , per quanto mi diverta il modo simpatico in cui scrivi che rende facile il darti ragione, no, non hai ragione.

gparker ha detto...

Il fatto di mettere o meno ansia è soggettivo alla fine, io non ho provato proprio nulla.
Quello però che mi premeva sottolineare era come un film tanto esaltato come l'opera di un grande maestro del cinema fosse un prodotto assolutamente mediocre. Poi spesso i prodotti mediocri sono godibilissimi, in questo caso per me nemmeno questo. PErò per l'appunto questi sono gusti. Si, sono gusti.

Anonimo ha detto...

Continuo a non concordare, non è un film mediocre anzi è sempre e praticamente geniale come tutti i film di romero.

gparker ha detto...

Beh io non amo particolarmente Romero dunque non concordo nemmeno con questa di ipotesi.

Anonimo ha detto...

concordo con ANONIMO,e dissento totalmente dall'autore del topic...
a me anche e'piaciuto molto...tra i 4 della serie ZOMBIE,e',insieme al GIORNO DEGLI ZOMBIE,per me il piu'bello....(altro che quella cosa ridicola del'68.....se quello e'mitico....:-)
dira'poco di nuovo,ma a me e'piaciuto.....spcie i luoghi e le situazioni....al limite dal fatato....con luoghi,come il FIDDLER'S GREEN immagginari...e sempre di notte.....con un bel senso di claustrofobia....proprio quello che un film del gendere DEVE FARE....quindi per me,ha svolto pienamente il suo compito...
MAXMODE-ROMA

Anonimo ha detto...

anke io sono daccordo con anonimo.è un gran bel film,meglio di sicuro di quella noia di resident evil dove gli zombie sono sempre e solo goffi e lenti...almeno qui c'è qualcosa di nuovo

Grid alien ha detto...

Invece è un gran bel film, apaprte quella tamarrata della testa dello zombie attaccata al collo per un filino di carne