2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

27.3.06

Il Grande Silenzio (Die Grosse Stille, 2005)
di Philip Gröning

Non posso fare a meno di leggere sulla pagina di Mymovies dedicata a Il Grande Silenzio che in patria il film ha battuto anche Harry Potter sbancando il botteghino..............
Ma siamo sicuri? Odio mettere in dubbio fonti ufficiali solo in base ai miei pareri ed ai pregiudizi, ma davvero è duro crederlo.
Per dirlo in due parole, Il Grande Silenzio non è un film di intrattenimento. Ogni film ha una componente piccola o grande di intrattenimento e una componente piccola o grande di impegno/meditazione/indagine ecc. ecc. Questo film non ha nulla dell'intrattenimento, non che in sè sia un male, ma mi sembra difficile che a fare il record d'incassi sia stato un film nel quale nessuno parla (il titolo non è uno scherzo) e che ritrare con minuzia documentaristica la vita dei monaci certosini.
A regnare è il silenzio generale contrappuntato dai rumori della quotidianità, ad essere rappresentata è la meditazione con i suoi tempi, i suoi ritmi e le sue ripetizioni. Due ore e mezza di silenzio, piccoli rumori e scene che si ripetono sempre uguali.
Sono stato alla proiezione stampa questa mattina, non nascondo di essermi appisolato in più d'un momento e preso dal senso di colpa mi sono guardato intorno e non ho trovato nessuno (tra quelli che potevo vedere) che per almeno un momento non abbia dormito, alcuni se ne sono anche andati dopo un'ora e mezza circa di silenzi.
Ora che vi ho messo paura abbastanza posso dire che il film è girato con molta sapienza, le immagini sono (com'è necessario che sia) molto molto belle, l'attenzione per i piccoli rumori colpisce davvero e dopo un'ora e mezza di silenzi, piccoli rumori e scene di meditazione sul serio qualcosa comincia a penetrare, cominci quantomeno a farti delle domande (non tanto su perchè stai ancora seduto e non sei uscito anche tu, ma più che altro sulla vita in eremitaggio).
In sostanza Il Grande Silenzio è un film che non consiglierei, molto lento e meditativo, che in un certo senso costringe lo spettatore ad accostarsi al mondo dei monaci, ma lo fa con una violenza (quella della ripetizione ossessiva) che non ho gradito e senza nessuna idea dietro. Non c'è lettura, non c'è interpretazione, non c'è nemmeno una volontà aprioristica di porre una lente d'ingrandimento su un aspetto della realtà, ma c'è solo la realtà messa in mostra e io non ho mai creduto nel cinema-veritè.





Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.