24.4.08

Iron Man (id., 2008)
di Jon Favreau

Share |


Lo dico subito: ho lavorato per il blog di Iron Man, iniziativa non ufficiale paradistributiva incentrata sul film di Jon Favreau.
Lo dico subito perchè non mi si venga a rompere le scatole con il mio coinvolgimento con la promozione o le attività legate alla promozione del film. Potete anche smettere subito di leggere.

Non posso negare che mi dispiace che ci sia un ombra di coinvolgimento nell'uscita proprio per un film che mi è piaciuto così tanto. Iron Man infatti contro ogni sospetto si piazza ai massimi vertici delle riduzioni filmiche di fumetti. Anche davanti al mio adorato Hulk di Ang Lee.
Favreau (regista di non troppa esperienza) rinuncia ad ogni possibile autorialismo e gira un film dal ritmo invidiabile, dall'asciuttezza e dalla ragionevolezza rari. E' un vero pezzo di ottimo mestiere Iron Man, dotato com'è di tutte le solite caratteristiche del suo genere, ma incastrate a dovere come farebbe un ottimo orologiaio.
Ancora più in là di questo Robert Downey Jr. dona una credibilità a tutta la parte più ironica del film che non si crederebbe (o meglio non si crederebbe per il film non per lui che sappiamo essere dotato).

Incredibilmente Iron Man, pur non discostandosi di fatto dalle altre realizzazioni del genere, riesce nell'operazione tipica dei fumetti classici migliori e cioè non trasformare l'eroe rendendolo più realistico, ma rendere accettabile e credibile un uomo in un'armatura robotica, rendere credibile cadute sovrumane che non hanno conseguenze, rendere credibili storie d'amore scontatissime e meccanismi narrativi già visti milioni di volte.
E' il classico lavoro ben fatto con qualcosa in più, con un tono ironico e alle volte grottesco di chi non si prende troppo sul serio che rende Iron Man intrattenimento vero, fatto davvero bene. Intrattenimento nel senso che si ride, che ci si appassiona, che si rimane avvinti e che ci si stupisce. Giuro ci si stupisce davvero in almeno un paio di occasioni!

Me l'ero dimenticato cos'era il buon cinema d'intrattenimento. La buona americanata.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Io ADORO Robert Downey Jr e nonostante non ami molto questo genere di film, Iron man non me lo voglio perdere.
Ale55andra

gparker ha detto...

Se come dici non sopporti il genere sarai un buon test. Se prende anche te è fatto veramente bene.

Mariolone ha detto...

Per me Robert Downey Jr. rimane sempre Chaplin...non riesco a vederlo in nessun altro film con un altro ruolo

gparker ha detto...

vedila così:
chaplin con armatura
Scherzi ad alta quota

gahan ha detto...

Andrò nel weekend. Cmq ieri ho rivisto Hulk, e almeno su quello non siam d'accordo--

gparker ha detto...

Non mi meraviglia.
Praticamente nessuno è daccordo con me su Hulk.
Eppure c'ha un cuore fumettistico e cinematografico pazzesco...

gahan ha detto...

Sì, e c'è una prima parte seriamente ottima, ma proprio ottima. Poi però da quando il mostrone verde si mette a zompare allegro come Heidi c'è anche uno sfacelo totale, ma totale. Cmq non so benissimo, ma mi pare non siamo proprio in tanti a schifarlo Hulk, eh--

gparker ha detto...

Io ho incontrato pochissime persone che la pensano come me.

gahan ha detto...

Invece, ora che l'ho visto, posso dire in compenso che Iron Man è piaciuto parecchio anche a me--

gparker ha detto...

Eh infatti ci sta.
Ma proprio di gran lunga meglio di tutti gli altri...

Triolocaust ha detto...

D'accordissimo su Hulk!! Un film eccezionale, insolitamente profondo per il genere... Iron Man l'ho adorato. Il momento poi, dopo i titoli di coda, quando compare UN FAMOSO PERSONAGGIO MARVEL, beh... è stato il momento più nerd della mia vita!

gparker ha detto...

Ang Lee's Hulk fan club