19.1.09

Defiance - I giorni del coraggio (Defiance, 2008)
di Edward Zwick

Share |

Quando Billy Elliott e James Bond vengono catapultati da una macchina del tempo in Bielorussia durante la seconda guerra mondiale dovranno aiutare un gruppo di ebrei a mettere in scena l'esodo sostituendo il deserto con una foresta.
Tra colpi di pistola sparati a caso e improbabili storie d'amore dovranno anche riuscire a pronunciare ovvietà miste a grida d'effetto da fiction italiana, senza che questa sia stata ancora inventata.

Spoiler: Billy Elliott non diventerà ballerino e James Bond non ordina un Martini.

21 commenti:

Compatto 2 ha detto...

Che recensione svogliata.

alp ha detto...

in effetti sembri entusiasta

gparker ha detto...

già
un vero fanatico..........

frankie666 ha detto...

per dio, ma che cristo.

sindacato direttori fotografia inglesi ha detto...

è veramente indifendibile. ma c'è qualcuno che mette i soldi per queste cose? ma chi è? gparker scopri chi è!

gparker ha detto...

di sicuro c'è di mezzo lo stesso Zwick che c'ha messo i soldi

il Produttore ha detto...

Salve sono il produttore di questa zozzeria, perchè l'abbiamo fatta? Ovvio, per avere altri soldi, ma che domande.

Thomas Morton ha detto...

Non si potrebbero avere tutte così le recensioni?

gparker ha detto...

Mi chiedo comunque se faccia davvero i soldi questo film. In fondo è stato speso un budget medio alto...

non sempre le cose da dire sono così poche e condensabili. Fortunatamente.

gegio ha detto...

E io che volevo andare al cinema a vederlo...Resto lontano dalla tv, lontano anche da qualsiasi cosa che sa di fiction.
Il Torneo ha un nuovo questionario, facci un salto se ti va:
http://spreadsheets.google.com/viewform?key=p8mk30RmJiA2pcV-l2YbcUA&hl=it

Anonimo ha detto...

scuate, cosè qusto torneo dei film?

frankie666 ha detto...

ad occhio fa quanto Blood Diamond...

Mariolone ha detto...

io lo voglio vedere!!!! specialmente dopo la tua recensione criptica..ma non lo vedrò come dovrebbe un buon padre di famiglia...e questo a causa delle note schifate che percepisco dalla tua criptica recensione..ergo sei tu che mi istighi

gparker ha detto...

bravo. Lasciati indirizzare!

elisabetta ha detto...

Qui non c'entra niente ma se ne parlava da qualche parte. Mignon è partita come precursore dei film giovanili?

Ci tenevo a dirlo

SVVV ha detto...

domanda: ma la storia d'amore è appunto tra billy elliot e geimsbond?

io li vedo bene insieme...

gparker ha detto...

è tutto in sottotesto

frankie666 ha detto...

chi è Mignon?

SVVV ha detto...

una tizietta.

elisabetta ha detto...

una tizietta francese antipatica

Anonimo ha detto...

Ahah, bellissimo questo "corto". Ovviamente mi guarderò bene da andare al cinema a vederlo...ma forse una "sbirciatina" gliela darò.
Ale55andra