6.3.07

La Cena Per Farli Conoscere (2006)
di Pupi Avati

Share |


Perchè Avati mi piace così poco? Non posso fare a meno di chiedermelo ogni santa volta che vedo un suo film. E me lo chiedo perchè mi sento in dovere di farlo, perchè non si tratta di film come Fuoco Su Di Me, Quale Amore o Un Amore Su Misura (dove non si salva niente, nemmeno la prestazione del proiezionista!), ma di film che sono sempre interessanti ma alla fine non valgono nulla, un cinema che mi lascia sempre con l'amaro in bocca per i buoni spunti annegati nella banalità.
Forse non sopporto Avati perchè è l'anti-Almodovar. Come Pedro anche lui utilizza materiale grezzo e pop: agnizioni, disvelamenti, colpi di scena facili, personaggi tagliati con l'accetta e situazioni degne di un romanzetto harmony. Ma mentre nei film di Almodovar tutto funziona come per miracolo (anche se c'è ben poco di miracoloso e molto di tecnico) in Avati non funziona nulla e tutto è messo in mostra per quello che è: grezzo materiale pop.
Le tre sorelle ognuna con un carattere tipico come in Piccole Donne, che vivono in tre capitali europee, che fanno lavori degni del proprio carattere (l'intellettuale, la filantropa e la succube del marito), l'amica disperata dell'intellettuale, il vippetto morto di fama, la casa algida della famiglia algida che si ama ogni giorno di meno ecc. ecc.
E' che tutto è realizzato proprio male. Cioè con noncuranza, non dico che ci voglia sempre la maniacalità kubrickiana, ma anche fregarsene dei difetti d'immagine, di suono, di ripresa, della recitazione (che altri hanno esaltato ma a me è sembrato sotto ogni tipo di media) e chi più ne ha più ne metta...
Ecco perchè non mi piace Avati.

0 commenti: