2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

19.3.07

Perchè Te Lo Dice Mamma (Because I Said So, 2007)
di Micahel Lehmann


Esiste un cinema per le donne? Si.
Come del resto esiste un cinema smaccatamente maschilista. Ma ci sono dei gradi, ci sono film in genere preferiti dal pubblico femminile e film in genere preferiti dal pubblico maschile. Perchè Te Lo Dice Mamma si colloca ad un estremo. Quello femminile chiaramente.
Diversamente dal cinema di Pedro Almodovar (che riscuote sicuramente più successo tra il pubblico femminile che tra quello maschile), questi film non mostrano l'universo femminile ma una visione femminile (e non femminista! anzi tutto il contrario) dell'universo. E non lo dico come critica ma come dato di fatto. Il film in sè è leggero in tutti i sensi, senza pretese e giustamente banale come ci si aspetta che sia, ma la cosa curiosa è che (almeno alla proiezione cui ho assistito io) le risate che si sentono in sala sono quasi unicamente femminili.
Di solito il cinema prediletto dal pubblico femminile è quello delle commediole rosa a lieto fine in cui le figure maschili sono più o meno aderenti alla realtà se non altro nella maniera in cui battibeccano e non comprendono le donne. Perchè Te Lo Dice Mamma invece propone uomini da romanzo Harmony, assolutamente irreali e frutto di elucubrazioni puramente femminili. Il corrispettivo delle Ragazze Del Coyote Ugly, che esistono solo nella mente maschile.
In Perchè Te Lo Dice Mamma ci sono uomini dolci comprensivi, belli, artisti, con gusto nel vestire e soprattutto incredibilmente comprensivo e "paterni" contrapposti a uomini freddi. Neanche cattivi, semplicemente freddi. Tutto il resto sono mezze seghe. Più sorelle che sono come amiche, matrimoni a sfare e tutto in un ambiente alto borghese ma dove comunque si lavora poco.
Però Diane Keaton è sempre Diane Keaton e la sua recitazione, il suo approccio al film è ormai irrimediabilmente alleniano. Anche in un film come questo in più di un caso le scappano delle battute o delle espressioni che sembrano uscite fuori dai personaggi di Woody.
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.