6.8.07

Manuale Di Infedeltà Per Uomini Sposati (I Think I Love My Wife, 2007)
di Chris Rock

Share |

Seconda regia per Chris Rock, comico afroamericano già conduttore di almeno un'edizione della notte degli Oscar.
L'umorismo di Chris Rock non mi dispiace, nel senso che nonostante si basi come molti altri sulla tradizione eccessiva della comicità afroamericana, in molti momenti è in grado di fare forza non tanto sulle trovate ma sulla propria capacità di renderle divertenti.
Nel suo secondo film Manuale Di Infedeltà Per Uomini Sposati tenta, a partire dal canovaccio di un film di Rohmer, di raccontare le difficoltà di un uomo medio americano, mediamente soddisfatto della sua vita, del suo lavoro e di sua moglie di fronte alla noia e alla corrispettiva alternativa che gli si propone quando una vecchia conoscenza torna a fargli visita.
Tuttavia l'odissea fortemente morale del protagonista fatta di un costante cammino in equilibrio sulla perdizione e continui tentativi di recuperare il rapporto con la moglie conduce nella solita maniera alle solite conclusioni non riuscendo a dare una visione diversa o quantomeno personale del problema (figuriamoci del cinema) e finendo con l'essere la solita commedia acquietante e consolatoria per famiglie.
L'unico personaggio interessante è quello di Steve Buscemi, il collega di lavoro che gli sconsiglia di tradire la moglie quando lui è poi il primo a farlo regolarmente e gli spiega che è questione di personalità, che lui riesce a farlo spegnendo il cervello senza alcun senso di colpa e non tutti ci riescono.

0 commenti: