2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

7.9.06

I Pirati Dei Caraibi - La Maledizione Del Forziere Fantasma (Pirates Of The Carribean - Dead Man's Chest, 2006)
di Gore Verbinski

Si parla di incassi è chiaro (e di cosa se no?), con I Pirati Dei Caraibi - La Maledizione Del Forziere Fantasma (ma perchè fantasma?? non lo è! E non c'è una maledizione ad esso collegata!) la Disney si è garantita il primo posto nella classifica degli incassi per quest'anno e ha fortemente contribuito a tirare su tutta la stagione che rispetto alla scorsa (quella drammatica dei minimi storici) segna un positivissimo +9%.
Ma è vera gloria?
Jack Sparrow è sicuramente uno dei personaggi più convincenti che la Disney abbia mai tirato fuori, amorale quel tanto che basta per essere un pirata ma sufficientemente dotato di solidi valori per essere un eroe, con in più un tocco di grottesca autoironia moderna. Dopo il primo episodio non era troppo difficile trovare un'altra avventura per il pirata, un seguito che non è un seguito (perchè si presuppone che i pirati vivano parecchie avventure dunque non bisogna per forza basarsi sulla precedente) e che si dipana praticamente in due capitoli, questo film e il seguente (girati simultaneamente ma distribuiti come due film distinti).
L'abilissimo mestierante Gore Verbinski gira 150 minuti di pura azione, entertainment allo stato puro. 150 minuti che non ti mollano mai, girati con un'abilità tecnica che con un piccolo taglio di luce riesce a mettere in evidenza una lacrima paterna su un viso fradicio in mezzo all'infuriare della tempesta ma che non è assolutamente sufficiente a narrare una storia come si deve.
A dispetto infatti di tutta l'azione che si vede ben poco si comprende della trama se non lo stretto indispensabile per procedere alla scena successiva: nomi, ruoli, motivazioni, strategie, piani e obiettivi sono a tratti incomprensibili perchè mal spiegati (e non perchè abilmente celati).
Ma il vero profondo fascino cinefilo che riveste la saga de I Pirati Dei Caraibi (e questo secondo episodio più del primo) sta tutto nel suo essere un'opera assolutamente postmoderna, frutto dell'incrocio di moltissimi generi ed esperienze (il cinema d'azione classico e quello moderno, la commedia ad intrecci tipica inglese e il cinema tipico disneiano), assolutamente privo di qualsiasi intento morale e profondamente legato al cinema che c'è stato. Emblema del cinema attuale, un cinema che parla più che altro di se stesso ed in seconda battuta di ciò che vuole narrare.

TOP SCORE (a cura del Compatto):
Prima di recensire questo score torniamo indietro di 3 anni, nel 2003 quando il primo film Pirates of the Caribbean era in post-produzione, sapete quale era il nome del compositore scelto dal regista? Era Alan Silvestri, ma il produttore Jerry Bruckheimer voleva che lo score avesse un sound diciamo elettronico, Alan capendo l’andazzo si tolse dalle scatole e arrivò Klaus Badelt, fresco composiotre di scuola MediaVentures (i compositori MV sono famosi per il loro utilizzo dell’elettronica).
Lo score fu notevole ed ebbe un buon successo, anche perchè Badelt non è il primo compositore preso per strada.
3 anni più tardi non si sa come mai Hans Zimmer (leader del gruppo di compositori MV nonchè creatore) prende il posto di Klaus Badelt.
Il risultato è uno score con dei bei temi, ma sviluppati in modo molto deludente. I temi sono 3, quello di Jack Sparrow, quello di Davy Jones e quello della Perla Nera, tema leader nello score del 2003. Ho detto sviluppati in modo deludente perchè tra i 100 elementi d’orchestra, il sintetizzatore e la chitarra elettrica (a mio parere del tutto fuori luogo) io ho capito poco e niente. L’utilizzo della chitarra elettrica in questo score mi ha davvero dato fastidio, non capisco cosa centri. Per farla corta e per farla breve questo score mi ha molto deluso.
Se volete sentirvi un vero score sui pirati consiglio Pirates of Plain di Randy Miller, Cutthroat Island di John Debney o Sinbad: Legend of the Seven Seas di Harry Gregson-Williams.
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.