16.10.06

Alatriste (id., 2006)
di Augustin Diaz Yanes

Share |

PREMIERE
FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2006

Il cappa e spade e l'epica al tempo del grande impero spagnolo, incarnati nella figura di Alatriste, guerriero, mercenario e uomo dalla dubbia morale ma dall'indomito coraggio.
Una noia pazzesca. Un film in costume dove tutti recitano male e dove la trama non esiste, si tratta delle peripezie di Alatriste che si ripetono ad oltranza tra amori insoddisfatti e impossibili, malattie, morti sfiorate, battaglie e duelli, e poi amori insoddisfatti e impossibili, malattie, morti sfiorate....
Dialoghi assolutamente insipidi e inutilmente retorici. Azione da quattro soldi e una durata spropositata.
Ah! E cosa peggiore l'audio era decisamente troppo forte per schiacciare un pisolino.

1 commenti:

frankie666 ha detto...

Speravo che gli spagnoli azzeccassero il film. Invece non si sono rivelati molto superiori a noi italiani...
Alla fine non ne potevo più. E non l' ho neanche visto tutto...