2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

23.4.07

Disturbia (id., 2007)
di D.J. Caruso

Nonostante il nome del regista (che tanto ricorda McG) Disturbia non è male.
Ma non è male davvero. Da noi uscirà tipo il 17 agosto con una mossa che si può criticare ("ecco! Come c'è un bel film senza grandi star lo sbattono in momenti assurdi della stagione!") o approvare ("ecco! Finalmente si tenta di valorizzare la stagione estiva"). Io la critico perchè se vuoi valorizzare la stagione estiva non ci butti i film di poco richiamo.
Comunque nonostante il poco richiamo Disturbia sono due settimane che è in testa al box office americano tenendosi dietro (e di molto) Blades Of Glory, Meet The Robinsons e Perfect Stranger, per questo ne parlo ora (prima che Spiderman 3 lo faccia cadere nel dimenticatoio).

Il film si basa su La Finestra Sul Cortile, ma non ne è il remake, infatti La Finestra Sul Cortile vanta ormai un numero tale di variazioni sul tema da essere considerabile a tutti gli effetti un genere a sè (motivo per stare in casa + vicini da spiare + vicino che sembra un omicida + pubblica accusa del vicino + scoperta che non era un omicida con figura di merda davanti alla polizia + scoperta che invece lo era + showdown finale con rischio di morte per amici/amanti/parenti). Disturbia contamina questo genere con un altro grande metagenere che è la teen comedy (ragazzi nerd in provincia conoscono un ragazza fichissima che possibilmente si è appena trasferita e ha problemi familiari e che alla fine, dopo le avventure che vivono insieme, capisce che sono meglio loro dei quaterback), ma tutto è fatto in maniera veramente convincente, tanto che anche in quei pochi momenti in cui tenta di spingere sul sentimentalismo il risultato non è affatto scadente, risulta anzi molto sincero.
La prima parte con la reclusione forzata a casa del protagonista è raccontata molto bene con rispetto delle regole dei generi (teen comedy e Finestra Sul Cortile) e un po' di originalità che non si limita alla mera traslazione delle dinamiche solite più le tecnologie moderne (anche se è piena di megaspottoni a Xbox e Apple), Shia LaBeouf è indubbiamente calzante e se il film ha un attimo di flessione nel momento di svelamento della colpevolezza del vicino si riprende alla grande nello showdown finale dove D.J. Caruso utilizza forme e stili (senza però citare) di Brian De Palma con una sorprendente proprietà di linguaggio (cinematografico).
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.