31.8.07

Shrek Terzo (id., 2007)
di Raman Hui

Share |


La saga di Shrek è uno dei prodotti obiettivamente più divertenti degli ultimi anni eppure poche volte ci si trova davanti a qualcosa di così poco cinematografico secondo me.
Dal primo episodio in poi il divertimento è andato sempre aumentando, ma se all'inizio la storia manteneva un filo, delle motivazioni e un concetto forte di narrazione, con l'andare avanti si è cominciato sempre più a procedere nella direzione degli sketch.
Già Shrek 2 era più che un film una serie di situazioni da gag affiancate le une accanto alle altre, ma ora Shrek Terzo va ancora oltre in questa direzione diventando un filmetto dalla battuta facile e dalla presa in giro all'acqua di rose non troppo dissimile da Scary Movie o Epic Movie.
La demenzialità è solo una facciata ormai e non un modo di presentare le cose. Segno evidente ne è l'uso che fanno delle canzoni rock (questa volta tocca ad Immigrant Song dei Led Zeppelin), all'inizio divertente ma ora veramente stucchevole.
L'unica cosa a rimanere valida (se non altro) è il divertimento, in un film dato in mano a comici e esperti di computer grafica.

0 commenti: