23.10.08

L'Uomo Che Ama (2008)
di Maria Sole Tognazzi

Share |

CONCORSO
FESTIVAL DEL FILM 2008

Il cinema medio italiano (medio in tutti i sensi, dalla qualità al gradimento) è fatto di precisi ingredienti. Attori di calibro, o ritenuti tali, uno spunto di trama interessante, realizzazione senza guizzi, intimismo, un certo numero di scene intense, facce poetiche, metafore, simbolismi e finali sospesi. Sembra che non si dica nulla in realtà si dice molto. Ma poi in realtà realtà non si dice nulla.

L'Uomo che ama risponde in pieno a questa descrizione. Gli attoroni e/o presunti tali sono Monica Bellucci, Pierfrancesco Favino e Marisa Paredes, le metafore sono lasciate agli oggetti e al rapporto che stringono con i protagonisti (simbolo del loro stato d'animo), la realizazione tecnica è in mano a grande Arnaldo Cantinari (già direttore della fotografia per Soldini, Moretti ecc. ecc.), il buono spunto è raccontare la storia di un uomo che ama come una donna e il finale è sospeso.

Più del solito c'è la componente classicamente melodrammatica, fatta di gravidanze (o desideri di gravidanza) e malattie (quindi ospedali). Se ci fosse qualche dubbio addirittura si vede Favino ad un certo punto intento a guardare L'Uomo Di Paglia, il grandissimo melodramma di Germi.

Ma non c'è anima, non ci sono fiamme. Si cerca la rarefazione e si trova la noia. Non c'è passionalità ma solo la promessa di passionalità. Un film che può avere solo un pubblico ristrettissimo, agli antipodi di quello che storicamente piangeva ai melodrammi veri.

10 commenti:

Mariolone ha detto...

e io che pensavo che quell'attrice nella locandina fosse Scully.....per il resto tipico film che chiara mi farà vedere....

Iro ha detto...

Monica Bellucci è l'attriciona presunta tale, ma Favino l'è brav!lo bocci come attore? Ovviamente non in rapporto a questo film, che dalla lettura del post mi sa di noia mortale, Pierfrancesco per Pierfrancesco intendo, nudo e crudo.

Fabio ha detto...

Ma poi presunta da chi?

gparker ha detto...

infatti ho detto attoroni o presunti tali. Favino rientra nella categoria attoroni.

La Bellucci passa per l'attricetta che con l'età porta sullo schermo grande esperienza...

Thomas Morton ha detto...

La Bellucci potrebbe anche mettersi a recitare Dante in tv, che io la guarderei sempre con appassionato ardore.

SVVV ha detto...

ci stava carmen consoli prima dell'inizio del film?

gparker ha detto...

c'era un suo concertino alla prima del pubblico non a quella della stampa.

Anonimo ha detto...

La Consoli è venuta in conferenza stampa e gli hanno fatto solo una domanda a cui ha risposto anche in maniera ironica. Comunque il film non fa poi così schifo...nel senso qualcosa di interessante c'è, a parte la Bellucci.
Ale55andra

gparker ha detto...

E veramente medio, senza niente. Nè schifido nè decente.

Anonimo ha detto...

Si appunto, senza infamia e senza lode. Se dovessi dargli un voto direi 6.
Ale55andra