2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

23.10.08

L'Uomo Che Ama (2008)
di Maria Sole Tognazzi

CONCORSO
FESTIVAL DEL FILM 2008

Il cinema medio italiano (medio in tutti i sensi, dalla qualità al gradimento) è fatto di precisi ingredienti. Attori di calibro, o ritenuti tali, uno spunto di trama interessante, realizzazione senza guizzi, intimismo, un certo numero di scene intense, facce poetiche, metafore, simbolismi e finali sospesi. Sembra che non si dica nulla in realtà si dice molto. Ma poi in realtà realtà non si dice nulla.

L'Uomo che ama risponde in pieno a questa descrizione. Gli attoroni e/o presunti tali sono Monica Bellucci, Pierfrancesco Favino e Marisa Paredes, le metafore sono lasciate agli oggetti e al rapporto che stringono con i protagonisti (simbolo del loro stato d'animo), la realizazione tecnica è in mano a grande Arnaldo Cantinari (già direttore della fotografia per Soldini, Moretti ecc. ecc.), il buono spunto è raccontare la storia di un uomo che ama come una donna e il finale è sospeso.

Più del solito c'è la componente classicamente melodrammatica, fatta di gravidanze (o desideri di gravidanza) e malattie (quindi ospedali). Se ci fosse qualche dubbio addirittura si vede Favino ad un certo punto intento a guardare L'Uomo Di Paglia, il grandissimo melodramma di Germi.

Ma non c'è anima, non ci sono fiamme. Si cerca la rarefazione e si trova la noia. Non c'è passionalità ma solo la promessa di passionalità. Un film che può avere solo un pubblico ristrettissimo, agli antipodi di quello che storicamente piangeva ai melodrammi veri.

Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.