3.9.11

Testimony (Edut, 2011)
di Shlomi Elkabetz

Share |

GIORNATE DEGLI AUTORI
MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

Un film di attori che raccontano.
Attori israeliani, presi uno alla volta e inquadrati in luoghi simili a quelli in cui è ambientato il loro racconto, narrano storie vere di israeliani e palestinesi durante la seconda Intifada. Si tratta di storie drammatiche o anche solo strane alle volte che non mettono le vittime tutte da una parte ma sanno mostrare anche come si arrivi a certe scelte e certe atrocità da parte dei soldati.

La materia non è che offra tantissimi spunti e la regia cerca di dare una certa vivacità muovendosi (poco e occasionalmente) accanto, di fianco e dietro agli attori, facendo piccoli viaggi in quegli ambienti in cui essi sono incastrati.
Tutto velleitario, tutto privo di una vera volontà di scatenare qualcosa di parallelo o concordato con il racconto.

Testimony è un modo nemmeno troppo furbo di mettere in scena storie di conflitti israelopalestinesi senza nessuna idea drammaturgica. Nessuna.

0 commenti: