4.12.05

L'Inquilino Del Terzo Piano (The Tenant, 1976)
di Roman Polanski

Share |

11 anni dopo Rosemary's Baby e 8 dopo Repulsion è come se Polanski li avesse presi e fusi insieme, dandno origina a qualcosa di ancora diverso, ancora personale, ancora nuovo.
Comincia come un film grottesco L'Inquilino Del Terzo Piano (ma chi ha tradotto il titolo in italiano come faceva a sapere che l'appartamento in cui abita è al terzo piano, che nel film non è menzionato??), disegnando uno scenario paradossale in cui il protagonista (Polanski stesso, chissà poi perchè...) si muove a disagio ma con abilità, come se ci fosse abituato. Poi passa a descrivere l'orrenda umanità che abita il condominio, con la cattiveria e l'inquietudine di Rosemary's Baby, allo stesso modo descrive gli spazi, riuscendo a rendere perfettamente le dimensioni (non era un vero palazzo ma un set costruito). Ma quando il film accellera, il protagonista comincia ad impazzire (anche se non interamente a causa dei condomini) la spirale diventa sempre più grande ed entrano in scena le dinamiche di Repulsion (ma anche il sogno di Rosemary).
E' incredibile come Polanski riesca a rendere l'idea dell'allucinazione, dare un'idea di confusione con molto ordine. Per me L'Inquilino Del Terzo Piano non parla di angosce o dell'orrore che si cela sotto la patina della normalità (neanche gli amici di Polanski o lui stesso sono il massimo della normalità), per me parla di cinema.





21 commenti:

Daniele@apple ha detto...

"...neanche gli amici di Polanski..."
Chi intendi in verità, gparker?
Comunque sia, ottima recensione - non starai mica tornando ai fasti di un tempo? Che commozione, il mio film preferito... Grazie.

SVVV ha detto...

il tuo film preferito è "possessione"... o ... "repulsione"... non mi ricordo mai..

pietruccio ha detto...

ma perché proprio il terzo piano? credo che se lo chiedessi a dan brown riuscirebbe partendo dalla trinità a collegarlo con il santo graal, straordinario, sono ricolmo di ammirazione.
PS:siccome voglio sentire meglio il groove del blog invece di comprarmi un romanzo smielato su di una settecentesca storia d'amore mi sono accaparrato un tomo di pura azione tecnologica dove ecoterroristi comprano aparecchiature supersoniche il cui nome è assolutamente irripetibile

tony ha detto...

Una vecchia teoria di Matteo (che devo dirti, ho empiricamente constatato anch'io, benchè dubitassi, all'inzio) vuole che 3 persone su 4 abitino al terzo piano. Cosi' quando sei in ascensore, e non ricordi dove abita qualcuno spingi terzo.

Forse si sono basati sulla stessa legge.

Se non credi chiedi ai tuoi commentatori a che piano abitano (io al quarto).

frankie666 ha detto...

Pietruccio Mio!!!! Compri un romanzo sugli ecoterroristi e non mi dici nulla!!!! Io sono un Esperto di questi tipi di letteratura, ti do tutti i consigli che ti pare...

p.s. a chi di dovere, io scrivo ancora su questo blog solo per conversare piacevolmente con la gente che ci ho conosciuto.

SVVV ha detto...

io al secondo.

(ah, ho abitato al terzo piano in molte delle mie case, confermo la teoria)

gparker ha detto...

Daniele: i fasti di un tempo?? Già sono in decadenza? Già ho avuto il mio acmè? Ahi la decadenza....

SVVV: mi sento in grado di rispondere per Daniele: Repulsione.

Tony: io abito al quarto ma in effetti credo proprio sia vero...

Pietruccio: bravo entra in sintonia con lo zeitgeist del blog, io avrei consigliato più un romanzo su un appassionato di cinema che viene coinvolto in un melodramma a sfondo tecnologico.

SVVV ha detto...

mi ricordavo di repulsione.. è che ogni volta sbaglio nome e daniele mi cazzia.

pietruccio ha detto...

io la sapevo col quarto tony, ma sono pronto a discuterne, il tutto potrebbe nascere da una congiura di quelli dell'attico o del pianterreno o dal desiderio di visibilità di piani dimenticati perché diciamoci la verità il terzo piano non è ne carne ne pesce

gparker ha detto...

si è vero che non è nè carne nè pesce, eppure io mi trovo più sulla teoria del terzo.
di sicuro il quarto viene subito dopo.
Palazzi con il quinto sono pochi e al primo ed al secondo non vive quasi nessuno, questo è ormai assodato.

SVVV ha detto...

io vivo al secondo, ripeto.

gparker ha detto...

Guarda io conoscono qualche persona che vive al primo piano, ma al secondo davvero non si era mai sentito....
Sei sicura?
Non è che magari ci sono degli appartamenti al piano terra che rendono il tuo un finto-secondo-piano e virtualmente terzo?

frankie666 ha detto...

Io abito al terzo piano... Che è anche l' ultimo, del mio palazzo.

SVVV ha detto...

Gparker: non so, se conti l'appartamento della portiera che è seminterrato allora io sono ad un 3° virtuale. Però il concetto di secondo piano si palesa nel momento in cui "preferisco farmi 2 piani a piedi(2 attenzione)piuttosto che prendere l'ascensore"

Frankie: un palazzo di tre piani. cos'è? non esiste un palazzo di tre piani. te lo sei immaginato.

tony ha detto...

Pietruccio: noto (riconosco) con rammarico che qui la maggioranza viene dal quarto piano. Ma resto convinto della mia teoria della mia teoria e penso "che blog atipico!"

Gli altri: non esiste il "piano virtuale", il pianerottolo è insindacabilmente designato dal pulsante ascensorICO.

frankie666 ha detto...

Hai ragione SVVV... C' è un piano nascosto, la mia base segreta....

SVVV ha detto...

dove tieni il costume da batman e la batmobile?
ma quando ti devono chiamare per farti accorrere i cittadini proiettano un faro nella notte con la scritta "666"?

frankie666 ha detto...

NOOOO io ho il costume da frankie666!!!!!
poi ci sta la frankie666mobile, e ovviamente quando c' è bisogno di me gparker-commissario Gordon usa il frankie-segnale da casa sua, segnale (la scritta è F666) che tiene sempre in salotto mascherato da poltrona... Ogni tanto si dimentica e ci si siede sopra rompendomelo... Mi costa un occhio della testa quel segnale glielo dico sempre...

SVVV ha detto...

è sbadato assai, povero commissario Gordon!

frankie666 ha detto...

E IO PAGO!!!!

Trelkovski ha detto...

drogati...
secondo me dovreste uscire dalle vostre case (ai piani alti perche il primo e il secondo avete assodato che non esistono)...ma dalla finestra.

comunque chi ha deciso il titolo in italiano ha contato le finestre sopra la terrazza del pian terreno...si vedono prima che si butti..

comunque io abito al terzo piano...incredibile, avevate ragione, scusate, allora mi rimangio tutto