2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

28.9.06

Cambia La Tua Vita Con Un Click (Click, 2006)
di Frank Coraci


C'è tutto un filone di commedie hollywoodiane, solitamente prodotte dalla Columbia Sony Pictures, che raccontano storie di quotidianità familiari nelle quali irrompe un elemento fantstico in grado di alterare la realtà. La presenza di questo elemento porterà il protagonista in un turbine di eventi che sembreranno mettere in discussione la sua famiglia in favore del suo lavoro, fino a che alla fine non avrà imparato la lezione, che è sempre la medesima, cioè lasciar perdere la carriera e dedicarsi alla moglie e al figlio e/o figli piccoli.
Sono commediole non troppo sofisticate, fondate su umorismo e valori molto semplici, dove i buoni sono ben identificabili al pari dei cattivi e dove tutto lo svolgersi la trama ha il tipico svolgimento: presentazione di una vita problematica a causa dei conflitti lavoro famiglia - arrivo dell'elemento fantastico - divertimento legato allo sfruttamento delle gag derivanti dall'uso dell'elemento fantastico - conseguenze nefaste e apparente fallimento del protagonista - e fondamentale redenzione finale e mega lietofine (ma veramente lieto).
Solitamente quest commedie hanno il doppio intento di attirare pubblico di famigliole felice di andare a vedere qualcosa che già sa come sarà e che li rassicurerà e di promuovere il comico di turno che applicherà il suo stile comico a questo format.
L'abbiamo visto con Bugiardo Bugiardo (per dire) e Click ne è l'ennesimo esempio.
Non si può dire che non abbia i suoi momenti, non si può dire che Sandler non azzecchi più d'una gag, non si può dire che l'espediente che scatena l'intreccio (un telecomando con il quale agira sulla realtà come fosse un film registrato) non sia intrigante e infine non si può dire che l'atteso relief finale non arrivi prontamente.
Eppure posso dire che Click è in certi punti pesante, lento e inutilmente mieloso, non riesce a procedere svelto e agile come altri film che lo hanno preceduto e non apporta nulla di nuovo al genere se non un'attualizzazione (in America è molto venduto il TiVo, decoder digitale in grado di fare con i programmi televisivi quello che si fa con i film in DVD).
Secondo me non è il massimo nemmeno per una seratina pioggia, divano, pizza e DVD....
Si salva solo Christopher Walken che si vede come sia l'unico vero attore del film.
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.