2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

18.10.06

This Is England (id., 2006)
di Shane Meadows

IN CONCORSO
FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2006

Il punto è che i film inglesi sono sempre molto fascinosi. Dico sul serio, il modo di fare cinema inglese è intrigante, un po' ruffiano (ma non è un difetto in questo caso, più un tratto della personalità) e coinvolgente, percui spesso capita che anche film un po' banali risultino piacevoli, capita che riescano a farti sembrare originali storie e trame viste e riviste.
In This Is England c'è anche l'ambientazione anni '80 punk/tatcheriana che è ancora più intrigante, ma il succo è sempre lo stesso.

La formazione di un bambino (12 anni) che sfottuto da tutte le parti trova riparo e amicizia in un gruppo di skinheads più grandi di lui che lo prendono in benevolenza. Tutto benissimo fino a che non esce di prigione uno di loro dopo aver scontato tre anni. Il rientro del soggetto in questione porterà ad una spaccatura che è sintomatica della spaccatura che tutto il movimento subì sotto la spinta delle pressioni nazionaliste.
L'esito del film non è difficilmente prevedibile così come il processo che ci avvicinerà ad esso e come del resto il mood generale del film, tutto in bilico tra la desolazione dei sobborghi della provincia inglese, lo humor e la tragedia che aleggia di continuo come un avvoltoio fino a che non si abbatte con violenza.

Mi chiedo seriamente se sia possibile un film sui neonazisti (ma potrebbe essere anche essere su altra categorie universalmente in cattiva luce come, chessò, terroristi) che ne ritragga il lato umano. Non un'apologia dei loro ideali, ma un film che li metta questi da parte per un momento, che non li consideri e si concentri sulle persone dietro la mentalità. Una sorta di "sono uomini anche loro, soffrono anche loro". Un film dove non ci siano conversioni finali, dove non si dia la colpa alla società e dove queste figure sono ritratte come persone e non come pupazzi bidimensionali. Un film che semplicemente mostri i sentimenti che si celano anche dietro le idee più disprezzabili.

Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.