25.1.08

Aliens vs Predator 2 (AVPR: Aliens vs Predator - Requiem, 2007)
di Colin e Greg Strause

Share |


E' ufficiale abbiamo raggiunto il medesimo livello tecnologico dei Predator. Nei 20 anni passati da quando Schwarzenegger bastonò un loro esemplare (atto con il quale si è guadagnato il governo di uno stato), pare non si siano evoluti tecnologicamente mentre noi si. Ancora stanno con i puntatori e i led anni '80. Hanno solo le astronavi più di noi.

Per il resto c'è un polpettone confusissimo, che tenta di salvarsi con una fotografia esageratamente e immotivatamente "poetica", nel quale dei giovani maschi americani vanno dietro a giovani femmine americane sullo sfondo di razze aliene che se la danno di santa ragione senza motivo e il governo fa saltare tutti in aria.
Del resto alla regia ci sono due supervisori agli effetti speciali....
Siamo chiaramente oltre il reame della fantascienza (genere nobilissimo) e dentro quello del cinema di suspense di bassa lega che cerca in ogni modo di soddisfare nel pubblico la sete di reiterazione del piacere scatenato dai film originali. E per farlo (senza riuscirci) non fa economia di espedienti umilianti per la produzione e per il pubblico stesso.
La cosa che dispiace veramente è vedere, alla fine di tutto, il nome di Giger sullo schermo, che poverino non centra nulla.

La frase del film: "Ma cosa diavolo sta succedendo?" - "Lo saprò quando l'avrò capito".

Data la rilevanza storico-cinematografica del film siamo pieni di contenuti extra (il che la dice lunga sulla piega che sta prendendo questo blog).

LO SCORE

L'APPROFONDIMENTO (!!!)

5 commenti:

frankie666 ha detto...

lo sapevi che Sigourney Weaver si ridata alla fantascienza?
Sta girando il nuovo film di James Cameron (e insieme avevano fatto Alien II).

Per quanto riguarda il film da te recensito, ho cominciato a leggere, sono arrivato a "schwarzenegger bastonò un loro esemplare" e mi sono fermato. Ho passato i successivi minuti a rinvangare il mito di Predator (che venne dopo Trappola Di Cristallo non so se mi spiego) e mi sono reso conto che leggere il resto era inutile.

gparker ha detto...

si starà in avatar nel quale c'è anche il gigantesco Wes Studi.

frankie666 ha detto...

Wes Studi? In effetti ha un solo film ma grande grande.
Ah a proposito, il nuovo progetto di Michael Mann puzza di FILMONE. E lo dice uno che schifa le trame dei suoi film. Qui cast trama e attori sono da urlo.

Deneil ha detto...

questo dev'essere una bella ciofeca..il primo era inguardabile!che poi non è che giger sia un genio del buon gusto..ha fatto quell'orrido microfono ai korn..se lo merita di veder comparire il suo nome nei filmacci..così impara!

gparker ha detto...

non è nemmeno più questione di buon gusto, Giger lo trovo forte perchè ha un suo immaginario personale e complesso che unisce con peculiarità e una capacità visionaria rara organico e meccanico in un'epoca in cui davvero queste cose non si pensavano.
Che poi Scott l'abbia amesso a frutto in una maniera che forse va anche oltre le intenzioni dell'autore dandogli ancor più nobiltà è un discorso sul quale ci posso pure stare.