24.9.06

Anche Gli Uccelli Uccidono (Brewster McCloud, 1970)
di Robert Altman

Share |

Poche cose sono più fastidiose di un certo cinema americano anni '60.
Fintamente rivoluzionario e antitetico a ciò che si era fatto fino a quel momento ad Hollywood, era un cinema che doveva a tutti i costi essere libero e rivoluzionario, doveva mettere in mostra la rioluzione sessuale e doveva guardare a quello che si faceva in Europa rielaborandolo senza una precisa visione di cinema.
Fortunatamente è invecchiato in fretta e non ha prodotto molti epigoni moderni.
Anche Gli Uccelli Uccidono ne è un perfetto esempio (ma anche i primi due film di De Palma), per come tenta di prendersi gioco degli stereotipi hollywoodiani (il detective geniale e tutto d'un pezzo e gli inseguimenti) mettendo in mostra personaggi che si sentono incastrati dal sistema americano e sognano di volare alto verso la libertà.
Già io non sono un grande amante di Altman e dei suoi film corali (meglio a questo punto Il Lungo Addio...), figuriamoci quando compiangono l'America nixoniana e mettono in scena il conflitto tra due generazioni (padri e figli) simbolo di due modalità antitetiche di vivere la vita.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Per fortuna che in pochi capiscono di cinema come te: Altman é uno degli autori più originali del cinema americano e mondiale degli ultimi 40 anni. Questo film ne rappresenta al meglio lo spirito di destrutturazione e libertà nei confronti del cinema classico. "Anche gli Uccelli Uccidono" é uno dei suoi film più interessanti che si colloca nel periodo migliore di questo grande regista. Il film segue "M.A.S.H." e anticipa capolavori come "Nashville", "I Compari", "Gang" e "Il Lungo Addio"...forse questo esimio cinefilo dovrebbe andarsi a rivedere alcune di queste opere.

Anonimo ha detto...

Per fortuna che in pochi capiscono di cinema come te: Altman é uno degli autori più originali del cinema americano e mondiale degli ultimi 40 anni. Questo film ne rappresenta al meglio lo spirito di destrutturazione e libertà nei confronti del cinema classico. "Anche gli Uccelli Uccidono" é uno dei suoi film più interessanti che si colloca nel periodo migliore di questo grande regista. Il film segue "M.A.S.H." e anticipa capolavori come "Nashville", "I Compari", "Gang" e "Il Lungo Addio"...forse questo esimio cinefilo dovrebbe andarsi a rivedere alcune di queste opere.

gparker ha detto...

I film che citi li conosco e non li amo. Nemmeno il plurilodato Nashville, tantomeno M.A.S.H. che trovo sia invecchiato malissimo e che ora risulti fuori dal suo tempo.

Non faccio mistero del fatto che non amo Altman e il suo cinema. Questo non significa che lo consideri un pessimo regista, è senz'ombra di dubbio un grande esponente della sua professione, ma io non concordo con la sua idea di cinema. Quello che fa non mi vede daccordo a prescindere e quindi anche nei risultati finali. Al pari del cinema di Antonioni (diverso da Altman ma simile per come lo ritengo lontano da me).
Amo un altro tipo cinema perchè penso il cinema debba mostrare le cose in altre maniere rispetto allo stile Altman.