2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

11.2.10

Notizie che credete non vi interessino

E invece vi interessano.
Filippo Roviglioni, Amministratore Delegato della 01 Distribution, è il nuovo Presidente della Sezione Distributori dell’ANICA. Lo ha eletto ieri l’Assemblea della Sezione, a scadenza del mandato di Michele Napoli.
“La lotta alla pirateria sempre più devastante e la sfida delle nuove tecnologie e delle nuove opportunità di fruizione dei film saranno i caposaldi di questa presidenza”, ha dichiarato Roviglioni all’indomani della sua elezione.“Insieme agli esercenti, i distributori hanno un ruolo essenziale nello sfruttamento economico del film, che devono affermare con convinzione e con spirito imprenditoriale innovativo anche e soprattutto in questa fase. Il successo del 3D, in particolare, ha dato vigore al box office e questo clima di maggior ottimismo sarà di buon auspicio per un confronto aperto e leale tra distributori ed esercenti, nel rispetto dei propri ruoli, per affrontare i necessari cambiamenti che il mercato stesso richiede.”
“Ringrazio –ha concluso il neopresidente dei Distributori - gli associati che mi hanno eletto e soprattutto il presidente uscente, Michele Napoli, per il prezioso lavoro svolto, soprattutto nella trattativa con gli esercenti per uno sviluppo armonico del 3D in Italia.”
Voi non lo sapete ma Roviglioni è anche il presidente della Federazione Antipirateria Audiovisuale (FAPAV) uno dei più arretrati difensore del vecchio status quo, quello delle stime approssimative, dei pedinamenti online degli utenti e dei biechi espedienti che stereotipizzano la pirateria impedendo di comprenderla.
Il fatto che sia diventato uno dei principali referenti per le discussioni con il mondo dei distributori cinematografici di fatto blocca qualsiasi velleità modernista in fatto di distribuzione e qualsiasi libertarismo di circolazione dei contenuti.
Così quando vi chiedete "ma perchè da noi non c'è un servizio legale per scaricare film fatto bene" vi potete anche dare una risposta da soli.

3 commenti:

Lara ha detto...

Forse si sono arrabbiati perchè nessuno scarica Cinepanettoni! :D
a parte gli scherzi,questa situazione è aberrante.
Ho sempre sperato che il 3D sarebbe stato un incipit per liberare il cinema dalla morsa stretta di tali personalità, fin troppo potenti nel sistema italiano.
Il 3D poteva e può (migliorando forse le sceneggiature) riportare in sala quell'esperienza emozionale che ci riporta indietro e ci fa comprendere le sensazioni di coloro che per la prima volta hanno visto un treno sullo schermo e sono scappati dalla paura perché per loro era "troppo realistico".
Il 3D poteva fare tutto questo e conseguentemente dare al cinema quel valore aggiunto prettamente fisico che ormai si sta perdendo, liberando un po' le briglie strette dell'ormai millenario antimodernismo italiano. Insomma una sicurezza per i distributori e un piacere per il pubblico.
E invece questa è la risposta italiana...discutere con chi non vuol sentire non farà altro che aumentare la frustrazione e consolidare un business antico, dogmatico e ormai obsoleto.
La chiesa nel medioevo era più illuminata?


gparker ha detto...

più che altro si perdono, o meglio, si ritardano opportunità di business.


Lara ha detto...

Esatto...si ritardano. Di questo sono molto convinta e mi dispiace moltissimo. Perchè credo ci siano buone potenzialità...


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.