2.2.06

Mystic River (Mystic River, 2003)
di Clint Eastwood

Share |

Osannato da pubblico e critica e vincitore di svariati premi (soprattutto gli attori hanno vinto), mi è sfuggito sotto il naso all'epoca (e dire che stimo tanto) il buon vecchio Clint....
Lo recupero ora sul satellite (con anche una certa soddisfazione), e anche carico d'aspettative.
Inizia subito come piace a me, con delle scelte forti come quella di una forma estetica precisa (i colori desaturati) e una narrazione asciutta e schietta che va subito al sodo lasciando che tutto il resto (sentimenti, emozioni, affezioni, simbolismi) emerga da sè.
Non mi ha conquistato subito Mystic River ma col tempo. Almeno un giorno mi ci è voluto per apprezzare a pieno, i paralleli dei due amici che in modo diverso non credono al terzo amico, o quelli di due modi diversi di cercare la verità.
L'unica cosa che mi è sembrata un po' superata sono i montaggi alternati, usati almeno due volte in maniera molto palese, di cui una (l'alternanza con Sean Penn in chiesa) ricorda molto il finale de Il Padrino.
Inutile dire che la dinamica da giallo, è perfetta e funziona come un orologio, verso la fine si dimentica il nastro ascoltato all'inzio ma quando questa arriva in mano alla polizia tutto torna e sembra combaciare anche se il finale rimane comunque insospettato. Di una grazia tutta particolare il fatto che alla fine i responsabili dell'omicidio facciano parte della trama solo incidentalmente e che anche scoperti per chi sono in realtà il focus continua a stare da un'altra parte, svelando che la trama (ancora una volta) non è l'oggetto principale del film ma solo il pretesto per cercare di parlare d'altro.
Se penso ai film degli ultimi anni di Clint me ne sfugge la logica.... Opere nettamente personali alternati con altri film (solitamente con lui come protagonista) molto più stupidi (vedi Space Cowboys) film ad alto budget come questo, dove trovano posto tantissimi attori qualificati alternati a film (ugualmente belli se non di più) come Million Dollar Baby nel quale, secondo lo stesso Eastwood, nessuno ha voluto investire...
Ma è proprio un maestro Clint Eastwood? Si.





6 commenti:

frankie666 ha detto...

Un maestro? Non basta, è un mito, una leggenda vivente, io sono andato pure nella cittadina americana di cui è stato sindaco per tanti anni solo per rendergli omaggio... E pure un pianista cazzuto se non sbaglio...

gparker ha detto...

Non sapevo fosse stato sincdaco di una cittadina. Cmq è vero che suona anche il piano, ha composto ed eseguito lui la colonna sonora di Mystic River come fa anche Carpenter e alle volte Rodriguez.

E' un gradne appassionato di jazz (argomento trattato in più film).

Fu lui a dire una gigantesca verità: "Le uniche due forme d'arte originali americane sono il jazz e il western"

frankie666 ha detto...

E i comics!

gparker ha detto...

No sono belga (o belgi).

frankie666 ha detto...

NO.
Le strip in america esistono da prima della guerra (Dick Tracy).

gparker ha detto...

Il fumetto nasce in europa nell'800 e poi in arriva in America (The Yellow Kid) ma ad opera di un europeo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Fumetto
http://it.wikipedia.org/wiki/Yellow_Kid