2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

2.7.08

Tutto vero

Mai avrei immaginato di annunciare io, seppur da un misero blog, il ritrovamento dei fotogrammi mancanti di Metropolis. E' senza dubbio uno degli eventi più importanti dell'anno. Senza dubbio!

Dopo circa 60 anni di ricerche quasi a sorpresa sono stati ritrovati i circa 30 minuti creduti definitivamente persi del film di Fritz Lang e per ironia questi sono ora in custodia a Buenos Aires presso l'istituto Murnau.

Dopo infiniti tagli, rimontaggi, versioni diverse e dopo la rassegnata ma magnifica versione che si credeva fosse definitiva del 2001 ora Metropolis sarà montato in maniera completa (dopo opportuno restauro delle scene in questione). Ormai si pensava che quelle scene non esistessero più.

La storia vuole che il film fosse andato malissimo nella prima versione e per questa severamente sforbiciato e rimesso al cinema. Tra assenza di Lang dalla Germania, guerre e bombardamenti le parti tagliate non sono mai state trovate tutte, al pari della sceneggiatura originale, tanto che molti pezzi non sono mai stati chiariti fino in fondo e in tanti hanno dato una loro versione del film colmando come potevano i vuoti.
Celebre è quella di Moroder, molto nota per il sottofondo musicale anni '80 e meno per il preciso lavoro filologico che aveva compiuto. Ma comunque la questione non era chiarissima fino appunto alla definitiva (si credeva) versione del 2001 nella quale la trama è ricostruita con una minuzia certosina.
Grazie a foto di scena e soprattutto al recupero della partitura originale della colonna sonora, che accanto allo spartito presentava delle notazioni relative agli eventi che dovevano accadere sullo schermo è stato ricostruito ciò che mancava.

Ora quelle scene, tra cui quella celebre (anche se mai vista) della fuga in macchina per la città, sono state trovate.
Un evento simile non accadeva da quando nel 1981 in un manicomio norvegese non fu ritrovato il negativo originale di La Passione di Giovanna D'Arco dopo 60 anni (anche lì) in cui si era guardato un film diverso, frutto del montaggio delle scene scartate fatto dallo stesso Dreyer a causa della perdita in un incendio di quello che si pensava essere l'unico negativo.

E il bello è che in entrambi i casi il film è un capolavoro lo stesso. In ogni versione. Oltre ogni montaggio, oltre ogni colonna sonora, oltre ogni intreccio di trama pasticciato. E' solo per amor di cinefilia che si gioisce, perchè tanto noi il capolavoro già ce l'avevamo, non l'abbiamo mai perso. Con le nuove scene forse Metropolis sarà ancora un po' meglio di com'è, ma l'essenza, ciò che lo rende incredibile, ovvero "difficile a credersi", la sappiamo tutti qual è.

Con un po' di fortuna lo rimettono al cinema. Sarebbe opportuno.

3 commenti:

Triolocaust ha detto...

Azz!! Proprio adesso che ho comprato la versione restauratissima-definitiv-sticazzi!!! Nooo!! O dovrei dire: sììì!?!


Triolocaust ha detto...

Azz!! Proprio adesso che ho comprato la versione restauratissima-definitiv-sticazzi!!! Nooo!! O dovrei dire: sììì!?!


gparker ha detto...

Lo so anche io la possiedo. C'è da dire che quella super restaurata ha anche un bellissimo monte di contenuto speciali e non so se faranno un'edizione DVD altrettanto bella per il prossimo anche se ovviamente meriterebbe.

Io poi le ho praticamente tutte le versioni, non vedo l'ora di arrivare a 4...


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.