2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

6.12.09

Top Score Del Mese: La Tempesta Perfetta
a cura di Compatto

Il film del 2000 La Tempesta Perfetta è diretto da Wolfgang Petersen e narra le vicende dell’Andrea Gail, una nave peschereccio che durante una sessione di pesca si imbatte in un miscuglio di tempeste e uragani che creano appunto La Tempesta Perfetta.
Tra un George Clooney puzzolente di pesce (che ricordiamo però essere sempre bono, secondo le femmine) e un Mark Wahlberg anche lui un po’ puzzone ma meno convinto c’è tempo per ammirare qualche bell’onda al computer il che rende tutto molto godibile.

Il film narra tre storie: la prima è quella del peschereccio sfortunato, la seconda è quella dei familiari ansiosi che aspettano notizie dal giornale e la terza è quella dei soccorritori, ma io dico c’hai una ragazza come Diane Lane, ma stattene a casa, ma la verità è che qualcuno deve pur portare la pagnotta a casa, sarà questo il significato del film? Mark Wahlberg affronta le onde più anomale per portare a casa i soldi? Non credo proprio.
Forse il significato è: mai fidarsi di George Clooney anche se è un bono…..non credo sia neanche questo. Passiamo allo score.

Composto e diretto da James Horner lo score della Tempesta Perfetta è molto godibile e anche molto bello, soprattutto la melodia scelta per i soccorritori è decisamente bella e l’uso dell’azione drammatica che distingue Horner dagli altri compositori non è mai stata utile come in questo film.
Una bella boccata d’aria per Horner che non stava passando un buon momento, infatti in quei tempi e forse anche un po’ ora era solito ripetersi troppo con le sue melodie, la partitura scritta per il film Bicentennial Man aveva dei pezzi quasi identici nota per nota a Braveheart e si sa che se un compositore vuole avere vita lunga deve solo che essere originale.

Pure gli score di Apocalypto e The New World non sono stati bene accetti dalla critica perché troppo simili a dei suoi lavori passati, per non parlare dello score per Troy, che a quanto dice Horner stesso ha composto in soli 5 giorni e infatti se sente, eccome se si sente.
Ma non è giusto attaccare un grande compositore solo per qualche score scopiazzato qua e là, ricordiamoci che è stato capace di vincere un Oscar con Titanic, ha creato lo score di Commando, insomma non si parla di un principiante, ma di un compositore che sta vivendo un momento no.
Ma nonostante tutto aspetto con ansia lo score di Avatar.

IL DOWNLOAD
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.