2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

11.4.11

Boris, ragioni di un flop

L’uscita di Boris –Il Film doveva essere un momento cruciale per la comprensione del fenomeno Boris e del suo reale successo, quello che non è raccontato dai numeri di Sky ma che viene dalla massa di scaricatori illegali non rilevabili. Invece, complici pirateria e le prime giornate di sole dell’anno, il risultato è stata una sonora sconfitta.
423.000€ di incasso al primo weekend e 190.000€ al secondo, per un totale ad oggi di 871.000€, sono numeri molto piccoli (non a caso il film era quarto nella prima settimana e settimo in questa seconda), basti pensare che una pellicola per molti versi simile, ma con più star da vantare, come Nessuno mi può giudicare l’ha battuto sia nel totale degli incassi (ad oggi di 7 milioni e 150 mila euro) che nel primo weekend di uscita, quando il film con Paola Cortellesi era già alla sua terza settimana e incassava 668.000€.
Quello che i numeri raccontano è di fatto l’insuccesso in sala di una serie , e un film, che invece sono stati tra i più acclamati sia da pubblico e critica.
I motivi sono stati tanti. Come detto sicuramente ha influito il bel tempo, negli ultimi due fine settimana infatti tutti i film usciti non sono andati bene e l’incasso complessivo ha subito una forte picchiata rispetto ai weekend precedenti.

13 commenti:

Fabio ha detto...

Ok, c'è stato bel tempo... ma lo dicevi tu in radio che è uscito praticamente senza concorrenza, e che "non aveva scuse".

Ad ogni modo, eccomi qui: io non lo conosco, non lo vedo, non lo scarico. So che è una serie umoristico/grottesca sul sottobosco della produzione televisiva di serie b. Tutti mi dicono che è un altro livello rispetto a qualunque serie italiana (c'è chi ha scritto che gli interpreti sono sconosciuti al grande pubblico delle fiction... mah, dando uno sguardo al cast ho appurato abbastanza il contrario), ma la cosa non mi solletica.

Io comunque non faccio testo. Io non guardo le serie a prescindere.
Non mi piace l'idea di essere uno spettatore vincolato, di dover seguire una storia, di dovermi sciroppare magari anche lunghe fasi di stanca.
Preferisco impiegare il tempo guardando i film. Solo le sit-com mi possono smuovere dal proposito (ma bisogna toccare livelli da Simpson o Robinson...).


gparker ha detto...

ma infatti non ha scusa e in chiusura di pezzo dico proprio questo.
Il punto è che non ha portato al cinema i fan e nemmeno uno come te che non ha visto la serie ma, immagino, avrà sentito parlare molto bene di questo film.


Fabio ha detto...

Questo forse può indurre anche ad una riflessione sulla pirateria: molte volte si è discusso l'effetto "promozionale", la dubbia ricaduta sulla vendita di biglietti, sulla vendita di DVD, etc.
Ma ecco che esce un film per un pubblico abbastanza geek e si vedono i risultati.

Se gli altri film non vengono messi in ginocchio in questo modo è sì perché presentano diverse attrattive alla visione in sala, ma anche perché alla fine - diciamolo - non è che sono poi così tanti gli smaliziati del P2P.


Noodles ha detto...

Ero convinto che avesse avuto più successo, il film. Da fan della serie mi son fiondato al cinema e dopo averlo visto mi spiace ancor più per questo flop, perché Boris - Il film è in realtà una fotografia perfetta dell'Italia e del cinema nostrano, un esempio che andrebbe seguito dal futuro cinema italiano "commerciale".


gparker ha detto...

forse si, però nessuno mi leva l'idea che il film intrattenga un rapporto particolare se non unico con il mondo della pirateria e con quella della televisione. Un prodotto percepito poco come "da cinema" nel senso di "meritevole la sala", dopo che visivamente è quasi uguale alla serie vista in tv...


Lui ha detto...

gli serviva più "bucio de culo"


gparker ha detto...

:D


Anonimo ha detto...

lo potevano almeno mettere tra i film di Cinema3..


Christian ha detto...

Io, come Fabio, non ho mai visto la serie, e anzi proprio il fatto che il film fosse tratto da una serie tv mi ha spinto a non andare a vederlo, nonostante le recensioni positive. Cerco di tenermi il più possibile alla larga da tutto quello che "sa di tv".


Massimo ha detto...

forse, come tutti sono abituati a fruire di Boris online tramite streaming o download, la stessa cosa avviene per il film. O forse avrebbero dovuto farlo subito dopo la terza serie, o fare una nuova serie e poi alla fine di questa subito dopo mandare il film al cinema, in modo da creare più hype. E' veramente strano che gli incassi siano così bassi...


gparker ha detto...

alla fine, dopo molte discussioni e dialoghi sia in rete che fuori quel che mi è sembrato di capire è che in pochi l'hanno visto anche perchè quasi nessuno tra quelli che non hanno visto la serie lo è andato a vedere.
La risposta più frequente è stata "non mi interessa non ho visto la serie". Che da una parte si capisce dall'altra è strano per un film che tutti dicono essere divertente e buono anche per chi non ha visto la serie...


Fabio ha detto...

Va bè, ma questo non basta, "che sia buono anche per chi non ha visto etc".
Può essere anche vero ma se uno crede di attirare spettatori nuovi con un film di una serie tv è un povero illuso... cioè non succederà mai.


gparker ha detto...

uno crede di attirare spettatori con un film che è davvero divertente.
La cosa che mi ha sorpreso è che "tratto da una serie tv" vince su "molto divertente e intelligente".


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.