2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

5.4.12

Titanic 3D (id., 2012)
di James Cameron

Aveva detto che avrebbe mostrato che è possibile far uscire un film in 3D stereoscopico postprodotto (cioè reso profondo al computer e non girato con videocamere tridimensionali) e l'ha fatto. Titanic 3D è un film lungo, largo ed immenso proprio come Titanic originale, reso ancor più epico da un 3D garbato e raffinato, dolce e potente.
A volerlo studiare, a volerne trarre un manuale di stereoscopia applicata, sarebbe subito evidente come per James Cameron questa tecnologia vada usata al pari del colore e così fa per il suo kolossal di più di tre ore. Se infatti in Titanic la temperatura del colore, il suo accendersi di fiamme o spegnersi in blu silenti va di pari passo con il ritmo della storia, i suoi tempi e le sue impennate sentimentali, lo stesso fa la profondità.

Ci sono diversi momenti "piatti" in Titanic 3D, diverse scene in cui la profondità è quasi assente, attimi in cui gli elementi schiacciano i protagonisti, in cui il morale è basso e il ritmo è blando. E' semmai nelle scene madri, quando la foga sale e la furia domina che la profondità si fa seria, che la distanza tra i personaggi e lo sfondo dell'inquadratura, tra gli oggetti in primo piano e le remote immensità che gli sono dietro diventa evidente e determinante.
Lo sguardo di Jack verso le stelle lontanissime, l'immensità dell'oceano quando la nave e il suo razzo di segnalazione sono inquadrati minuscoli in una grande panoramica che sottolinea come si tratti di un puntino in mezzo al mare o ancora i corridoi che sembrano infiniti e le folle che si accalcano. Tutti quei momenti stupiscono per la profondità e il senso che questa riesce a trasmettere.

In molti si sono chiesti "Ma che senso ha metterlo in 3 dimensioni?" lasciando intendere che si tratti di un'operazione per strizzare altri soldi da un film prodotto anni fa. In un certo senso è vero. In un altro rivedere Titanic al cinema è un regalo, e rivederlo con un elemento in più ben usato, ben dosato e ben maneggiato da un maestro del racconto non nuoce, anzi. In Titanic 3D, la terza dimensione non è protagonista, non è usata più degli altri strumenti, non prende il posto di recitazione, montaggio, fotografia ecc. ecc. E' sul loro piano. Si, probabilmente non ce n'era bisogno (di quasi nulla c'è bisogno), e non si dovrebbe andare al cinema a vedere Titanic 3D solo per la profondità, si dovrebbe andare per vedere Titanic in una versione splendente. E' un'esperienza che chi ha amato il film o anche chi non lo ricorda più dovrebbe provare, perchè questo è un film stereoscopico come ne vorremmo vedere.
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.