2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

12.5.12

The confession




È curiosa e tortuosa la strada attraverso la quale The confession è diventata la prima webserie importata e doppiata del nostro paese.
Il passaggio in sé è determinante, l'investimento di soldi in un doppiaggio assolutamente professionale è pari infatti all'investimento fatto nella creazione della serie e la cosa in sé (l'adattamento) annulla la mancanza di confini di internet. The confession ha come protagonisti Kiefer Sutherland e John Hurt e l'edizione italiana mantiene i loro doppiatori usuali, nello sforzo di prolungare l'idea di professionalità che i produttori originali hanno voluto legare a questo prodotto per la rete e con l'idea di dare nuovo senso, soprattutto economico, all'"esclusiva".
L'effetto è subito diverso dal solito, perché sia lo stile di messa in scena sia il comparto audio rimandano all'universo distributivo della televisione migliore, quella a pagamento, quando invece il mezzo effettivamente usato è la rete, gratis.

Il trucco è possibile grazie ad AXN, canale satellitare che cura la distribuzione di The confession al di fuori del territorio americano (dove è andata su Hulu, poco più di un anno fa) e che dopo il primo passaggio online manderà la serie in tv. Dunque l'investimento è il medesimo che sarebbe stato fatto per la messa in onda televisiva, solo che la serie passa prima per la rete, mezzo per il quale era stata effettivamente concepita.
Ulteriore audacia produttiva è costituita dal fatto che, contrariamente a quanto avviene per produzioni grosse, The confession non nasce con un sponsor alle spalle ma prodotto in proprio per poi rientrare dalla vendita dei diritti di pubblicazione in esclusiva (per l'appunto Hulu e poi AXN). Il successo dell'operazione economica (quasi immediato) ha quindi dimostrato come ci sia spazio di business per prodotti che coinvolgono nomi di livello. Cosa che, sembrerà strano, non era per nulla scontata.
Se quelle relative all'investimento fatto sono le buone notizie, le cattive riguardano tutte la natura di questa webserie, cioè un prodotto in tutto e per tutto derivativo che è fatto cercando di ricreare in rete le medesime idee e dinamiche della televisione. The confession è insomma indistinguibile da una qualsiasi serie tv, sotto tutti i punti di vista, i suoi produttori lo considerano un pregio, perché è sinonimo di qualità, ma in realtà è un difetto, perchè non è niente di nuovo. 

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.