12.1.06

Alba Tragica (Le Jour Se Lève, 1939)
di Marcel Carnè

Share |

Piacevolissima scoperta recuperata in un cineclub romano.
Siamo pienamente nel realismo poetico francese. Ci sono tutti crismi compreso quello che è un po' l'attore feticcio di quel movimento, Jean Gabin, grandissimo in questo film.
Con una narrazione poco ortodossa fatta di flashback e lente dissolvenze incrociate Carnè racconta una storia di violenza sentimentale nelle periferie cittadine, una storia di romantica e disperata modernità (simboleggiata, come in tanto cinema giapponese, dalla frequente apparizione di treni).
Al di là del forte tema sentimentale il film colpisce come un maglio per il senso di disperazione industriale che riesce a dare. La figura del protagonista (Gabin) è incredibilmente malinconica, anche nelle scene più gaie , incastrato in un mondo di derelitti che si divide tra la fabbrica dall'aria irrespirabile (che lo condurrà prima o poi alla morte) e le case vicino alla ferrovia. Indimenticabile poi è il palazzo dove abita lui, un gioiello di malinconia che mi ricorda l'abitazione di Delicatessen. Tutto curatissimo e soprattutto tutto precisamente funzionale alla costruzione di un mondo che in fondo non si discosta tanto dal noir che stava anscendo in quel periodo in America, cupo e malinconico, un universo di valori perduti dove è facile morire e difficile amare.
Ma oltre ancora ci sono gli altri personaggi: dallo squallidissimo e meravigliosamente cinico addestratore di cani alle donne ambigue e perse ognuna in un modo diverso, anche se diversamente dalle femme fatale.
Se il film, come molti altri del realismo poetico francese (tranne quelli di Renoir), soffre un po' troppo di una certa letterarietà della sceneggiatura (e in questo punto se ne misura un po' la vecchiaia), in compenso riesce sul serio nel suo intento poetico, mostrando il ritratto di un duro dal cuore tenero, sopraffatto dai mali della vita che all'alba arriva all'estrema soluzione (una meraviglia fotografica).




3 commenti:

ava ha detto...

Mitica alba tragica! Esiste anche un remake americano con Henry Fonda, ma di molto inferiore

gparker ha detto...

E si è proprio grande Alba Tragica. Dei remake americani inutile parlare....

Dome & Edo ha detto...

Molto bello. Attori al livello del regista. complimenti pensavo che più nessuno vedesse queste cosa