15.6.08

Beyond The Rocks (id., 1922)
di Sam Wood

Share |

Il preziosissimo e maniacale lavoro che Martin Scorsese fa con l'American Film Institute e con le altri importanti cineteche del mondo (in questo caso in collaborazione con una olandese) ci regala un altro film dimenticato e creduto perduto, una pellicola dei tempi del muto che vede per la prima e unica volta insieme due grandissimi divi, Rodolfo Valentino e Gloria Swanson.

Il film occorre dirlo subito non è strepitoso, la sua importanza è più storica che altro, Beyond The Rocks segna infatti la prima grande collaborazione tra due star di primo piano (cosa abituale oggi ma rarissima all'epoca) e testimonia il modo in cui tale fusione di nomi veniva trattata a livello di trama, riprese ed esposizione dei soggetti.
La trama è un melodramma d'altri tempi, ingenuo e banale visto oggi, ma particolarmente fiammeggiante per come i due amani si cerchino, si perdano e si ritrovino, con un fare e uno svolgimento che non si allontana poi tanto da quello che 5 anni dopo farà Murnau con Aurora, specialmente per il finale.
Tuttavia ci sono spesso le fasi "oniriche", in costume che rappresentano la proiezione dei protagonisti in un altro tempo e in un altro contesto. Metafore storiche della loro vicenda che mi suonano sempre come delle perdite di tempo incredibili e di cui non riesco a capacitarmi.

Lo stesso Scorsese in una intro gustosissima spiega il valore del film e invita lo spettatore a concentrarsi sulla luminosità dei volti, cosa che in fondo vale per qualsiasi film muto, ma che in particolare in Beyond The Rocks vive di una curiosa "gara" tra i due grandi attori.

4 commenti:

Compatto ha detto...

Un solo post in 3 giorni, l'effetto Zelda ha colpito. Missione Compiuta

gparker ha detto...

maledetti...

Compatto ha detto...

Non ti preoccupare, conosco un uomo che sta messo peggio di te.
Un uomo che ha problemi con una certa tesi.

frankie666 ha detto...

io sto da paura...
L'AK47 è meno stabile del M16, posso fargli fare qualche modifica però... In finale qui in medio oriente gli armamenti dei ribelli fanno schifo.