2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

6.7.09

Le dieci ragioni per le quali non ci libereremo in fretta dei DVD

Se avete un lettore DVD e state pensando di disfarvene perchè il formato è ormai arrivato alla fine della sua corsa pensateci due volte. I DVD non scompariranno così in fretta dalla nostra vita.
Nonostante le tante grida di successo all'alba della fine della guerra di formato con HD DVD, non sembra infatti che il formato ufficiale per l'alta definizione, il Blu-Ray, possa conquistare i cuori del pubblico nello stesso breve lasso di tempo che è servito al DVD per soppiantare il VHS.
Il perchè sta nelle seguenti 10 sintetiche ragioni.

17 commenti:

Christian ha detto...

Condivido punto per punto quello che dici, soprattutto il decimo punto. Aggiungo anche un'undicesimo motivo, forse meno importante ma dal punto di vista del "cinefilo": l'alta definizione sarà forse essenziale per i blockbuster più recenti, magari già pensati per essere distribuiti su supporto digitale, ma non certo per i film "datati": i film muti, quelli in bianco e nero, quelli degli anni trenta, cinquanta, financo settanta, che già in DVD non si vedono benissimo (se non sono restaurati: e pochissimi lo sono, soprattutto se non americani)... insomma, il 90% della mia cineteca personale: che senso avrebbe riprenderseli in blu-ray? Solo per vedere meglio i graffi sulla pellicola?


gparker ha detto...

è vero
tuttavia i vecchi film, anche dell'epoca del muto, restaurati per il DVD alle volte sono davvero splendidi. Impressionanti.
E fino ad ora non ho mai visto un film restaurato per il Blu Ray. Per questo aspetterei a dire.

Io quando ho visto Metropolis nell'ultima edizione definitiva (prima che si scoprissero le scene tagliate) ci sono davvero rimasto e dire che le altre edizioni non erano COSI' rovinate...


Christian ha detto...

Beh, certo, se alla base c'è un lavoro di restauro della pellicola, il discorso cambia! ^^

Ma i film di Kurosawa, per esempio, non li restaurano nemmeno per il DVD, figuriamoci come sarebbe vederli in Blu-ray in quelle condizioni...


gparker ha detto...

Si fino ad ora non li hanno restaurati, il che mi fa sperare bene. Magari sono i primi ad essere restaurati per il Blu Ray. Certo io l'ho comprati quasi tutti ormai......................


Fabio ha detto...

Va bè, ma pure se non li restaurano anche la semplice riscansione della pellicola è un bel salto di qualità (l'avete rivisto Blade Runner?).
Ne parlavamo l'altra volta.

Invece sono d'accordo con gli altri punti. Meno quello che dice che la qualità non è poi così superiore.
E' un discorso che si può fare per un televisore medio-grande, ma metti una persona di fronte ad un 46 pollici 1080p (contro 480p) e poi mi dici. C'è poco da fare, è un formato fatto per chi ha questi schermi (o proiettori), non per il consumatore medio.


macs ha detto...

tra un pò i suddetti schermi li avranno (quasi) tutti. certo non si può pretendere che la gente in contemporanea compri un nuovo televisore da un migliaio di euro + un lettore da 200 euro + i dischi ultracostosi.

il vero problema sono le tv e la cosa va a integrarsi nel più ampio concetto di difficoltà nell'accesso alle tecnologie di buona parte della popolazione, per motivi economici e per motivi di conoscenza.

vai a spiegare a tutti i vecchietti (ma anche a molti giovani) cos'è la risoluzione, come deve essere collegata una tv HD, cosa cambia tra 480, 720, 1080p.

per giunta ai più (giustamente) anche dopo che gliel'avrai spiegato, ammesso che abbiano le facoltà per capirti, non fregherà nulla!

la disinformazione si vede anche quando a casa di una persona che guarda solo la tv o al massimo un dvd, si vede una tv Full HD.
se non hai necessità di cambiare televisore (es: ti si è rotto il vecchio), non ha senso comprarne uno nuovo se non per vedere contenuti in alta definizione, che ad oggi sono quasi solo videogiochi.

infine il problema di diffusione deriva dal fatto che il dvd nel giro di pochi anni è sceso a prezzi accessibili per la pirateria, 60-80 centesimi, poi addirittura 25-30.
il bluray costa ancora non ricordo quanti euro, forse una decina, forse addirittura di più. una follia insomma.


gparker ha detto...

Fabio: daccordo sulla scansione della pellicola, meno sul resto. La differenza tra DVD e Blu Ray c'è ma è relativa. Il passaggio VHS/DVD, che è il termine di paragone per chiunque, è stato di una portata infinitamente più innovativa e anche più semplice da capire (poichè chiunque su qualunque televisore lo comprendeva). Si è passati da un tipo di immagine ad un altro tipo, che poi era anche di una qualità migliore. Qui invece è un passo avanti qualitativo all'interno della medesima tipologia di immagini.

Macs: si il costo è stato importante, ma sicuramente anche la difficoltà a comprendere il perchè di tutto questo bisogno di qualità ha scatenato un arroccamento.


Fabio ha detto...

@gparker

Tu dai molta importanza al metodo di immagazzinamento dell'informazione (se analogico o digitale), ma sinceramente credo che sia necessario portare sempre la cosa sul piano pratico.
Voglio dire, la gente di fronte al DVD ha pensato due cose: 1) si vede meglio 2) posso saltare al punto del film che mi pare.
La prima è una caratteristica dovuta più alla scarsezza della VHS che alla natura digitale del DVD (molti DVD di film di lunga durata hanno una compressione pietosa), la seconda invece è dovuta al tipo di accesso al supporto, che è un disco e non un nastro.
Insomma, negli aspetti pratici il passaggio ad una tecnologia che era digitale è stato secondario (non in quelli tecnici naturalmente). Abbiamo semplicemente avuto più qualità e comodità. Adesso abbiamo un salto paragonabile (anche più accentuato in termini di risoluzione), solo che, come dicevo prima, devi essere davanti al televisore adatto.

Insomma, sono d'accordo sul fatto che non stiamo parlando di un cambio epocale come quello VHS/DVD, almeno per la massa.
Ma per gli appassionati o per chi qualcosa ne capisce invece il salto c'è. Già solo veder sparire i vecchi standard regionali che influivano sul formato immagine è una goduria.

*nota

A me sembra che abbiamo passato tutti gli anni della "rivoluzione del digitale" a vedere roba con qualità da schifo. DVD che si vedono peggio della tv analogica, DivX che si vedono peggio delle VHS, Youtube che si vedeva peggio di qualsiasi cosa.
Insomma, il passaggio al digitale fatto nel momento in cui le tecniche di compressione erano acerbe non è stata tutta questa gran benedizione. Tutto IMHO.


Fabio ha detto...

Dimenticavo: Sky che si vedeva peggio della tv analogica.


gparker ha detto...

no io non parlo di immagazinamento ma di cambio dell'immagine. Il dvd non si vedeva solo meglio era un altro tipo di immagine e anche quando non è compresso bene (che capita spesso) è un altro tipo di immagine lo stesso rispetto al VHS non ha quei difetti, ne ha altri meno evidenti.
Il DVD a vederlo era diverso, aveva altri colori e un'altra limpidezza che erano evidenti a tutti. Oggi sebbene io non neghi il salto DVD-Blu Ray (personalmente sono impressionato ogni volta che vedo per bene un blu ray) dico che la gente non lo percepisce chiaramente come percepiva quello VHS/DVD. In molti non si accorgono della differenza con il blu ray, anche con buoni televisori.

Concordo parzialmente sulla storia del digitale finora peggiore dell'analogico (perchè youtube e divX non li puoi mettere nel novero, sono standard che tutti consideravano peggiori). E' vero che in effetti siamo partiti solo con promesse di qualità e con un cambio di paradigma. Ma il DVD si vede meglio della tv analogica anche nella peggiore compressione.


gparker ha detto...

ovviamente non concordo nemmeno su Sky che ha non solo una continuità di qualità migliore (cioè sempre uguale) ma anche una nitidezza infinitamente migliore. La differenza si vede bene su Sky Classic perchè solitamente i film in bianco e nero sono qualcosa che abbiamo sempre visto solo sull'analogico e ora invece arrivano sul digitale e sono decisamente migliori.


Fabio ha detto...

5-6 anni fa SKY, su determinati canali (poi sono loro che decidono come dividersi la banda) si vedeva peggio della tv analogica.
Parliamo dei canali sportivi: una partita di calcio su Raiuno analogico sintonizzato bene era molto migliore di quella trasmessa da SKY. L'erba, i dettagli. La compressione digitale una cosa come l'erba la uccide... diventa una melassa verda. L'analogico su questo non lo batti tanto facilmente senza passare a definizioni superiori.

Sul fatto che il DVD era visiblmente diverso dalla tv: bè, certo, il digitale ha i difetti del digitale e non quello dell'analogico. Niente rumore, niente sdoppiamento: si capiva subito di essere di fronte ad un DVD.
Ha altri difetti, tu dici meno evidenti. Sì, forse lo sono meno evidenti... ma, anche qui, una ricezione eccellente dell'analogico secondo me era davanti.

DivX e Youtube ovviamente sono "fuori concorso". Li ho inclusi perché fanno parte del fenomeno per cui la rivoluzione del digitale ci ha portato a vedere video scarso per un decennio...


gparker ha detto...

si video scarso ma non per i medesimi contenuti. Un film sai dove vederlo per vederlo bene e se scegli il divX sai a cosa vai incontro. Il divX è stato qualcosa di più non qualcosa che ha sostituito qualcos'altro.

Per lo sport in effetti non saprei dire io parlo per i canali di cinema e di intrattenimento.

Si il digitale è diverso a prima vista dall'analogico, parlo di "evidenza del cambiamento". Quello è stato il vero grande passaggio, quello epocale, che è tale proprio perchè immediatamente evidente a tutti. I difetti del digitale non sono così grossi e così frequenti come quelli dell'analogico. Quante volte i canali sky sono malcompressi e questa cattiva compressione quanto è grave? La cosa è imparagonabile a quante volte i canali analogici sono mal sintonizzati e quanto sia grave questa cattiva sintonizzazione. Ma anche le videocassette con i colori completamente fuori misura.


Fabio ha detto...

Io abitavo a Palermo con camera vista-ripetitore. Sono stato abitutato troppo bene con la ricezione della tv analogica. :)
Era quasi sempre molto buona e avevo di che lamentarmi di SKY.

Da quando ho traslocato vedo tutto da schifo. E infatti mi vedi girare per casa benedicendo il digitale terrestre.


gparker ha detto...

Comunque sull'avvento del digitale in generale io direi che vediamo peggio ma ci sembra di vedere meglio. Come con il CD sentiamo peggio ma ci sembra di sentire meglio.
E non saprei dirti quanto quest'illusione sia male. Non è l'impressione l'unica cosa che conti quando si parla di visione ed udito?


Fabio ha detto...

Però a me non sembrava di vedere meglio...

Il lato psicologico della percezione (audio e video) è sicuramente una cosa che conta. Anzi, c'è tutta una disciplina che non mi ricordo come si chiama.


gparker ha detto...

neanche io


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.