2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

3.3.10

Cellulite e Celluloide - Il podcast

Il consueto podcast settimanale della trasmissione in onda su RadioRock (106.600 FM) ogni venerdì alle 20.30, che vede ai microfoni oltre a Prince Faster anche il sottoscritto sotto lo pseudonimo di Gabriele Vasquez.
Si comincia subito con il racconto della grande delusione legata a Codice Genesi, poi la più classica delle digressioni sul cinema digitale (lo spunto lo dà ancora Avatar), prima della stroncatura (attesa) di Genitori & Figli. Si parla poi di chi probabilmente farà il primo film in 3D italiano e della semidelusione di Invictus.

LA PUNTATA DEL 26/02/10

Per i file occorre ringraziare il prode Luca che pur non avendo nulla a che vedere con l'amministrazione della radio ha dato via al tutto.
Ordunque adesso anche se non siete di Roma o dintorni potete godere pure voi di queste perle radiofoniche sottoscrivendo i podcast come più vi aggrada. O consultare l'archivione.

2 commenti:

Fabio ha detto...

Ascoltavo questa tua nota sui bordi sfumati dei film su pellicola e pensavo una cosa: da quando c'è il digitale anche nel cinema di primissimo piano, qualcosa è cambiato nella fotografia oppure i direttori continuano a lavorare sostanzialmente come prima?

Voglio dire, finché c'era la pellicola gli effetti ottenibili erano limitati (ora non conosco i dettagli, ma immagino fossero effetti chimici come quelli che si fanno con le foto in camera oscura), alcuni anche casuali o dettati da motivi tecnologici come la vignettatura da te citata.
Ora con il digitale puoi realizzare letteralmente qualunque post-processing ti balzi per la testa. In teoria potresti anche tentare di ricreare qualcosa di retrò.

Ieri notte vedevo le prime scene di profumo di donna (quello con Gassman), che dalla fotografia avevo scambiato per "Caro Michele".
Ecco, mi piacerebbe vedere un film nuovo con quelle immagini lì.


gparker ha detto...

sicuramente si può imitare il retro anche se non so quanto verrebbe preciso, ma in fondo anche con la pellicola erano possibili clamorose evoluzioni, pensa ai ritocchi di Zelig per farlo sembrare d'epoca.


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.