2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

17.2.13

Prince Avalanche (id., 2013)
di David Gordon Green

CONCORSO
BERLINALE 2013
PUBBLICATO SU 
Il ritorno di David Gordon Green ai terreni dei suoi esordi è segnato da una storia produttiva poco convenzionale. Di questo nuovo film è nato prima di tutto il titolo, poi i luoghi di ripresa, poi sono venuti i due intepreti e infine la sceneggiatura, adattata da Either Way (film islandese che tra gli altri ha anche vinto il festival di Torino). Si racconta di due ragazzi, legati dall'essere l'uno il fratello della ragazza dell'altro, che lavorano al manto stradale in una foresta distrutta da un incendio. Sono praticamente da soli per giorni, vicino a loro si muove una sparuta umanità senza senso.

C'è poco da interrogarsi intorno a questo piccolo e curioso oggetto filmico. Il piacere di David Gordon Green pare essere tutto nell'aver messo a interagire e scontrarsi Emile Hirsch e Paul Rudd in una serie di situazioni nelle quali di continuo si scambiano i ruoli di vittima e carnefice, leader e scudiero della conversazione, mentore e allievo. Scemi di una stupidità tipica di David Gordon Green, inabili alla vita civile, squallidi nel loro percepirsi migliori di quanto non siano, i due sono figure inconciliabili tuttavia osservate con una serenità e una comprensione che costituisce il tratto migliore del film.

Come se la sorpresa maggiore stesse nella maniera in cui il regista prende parte alle disavventure che i due vivono nei giorni che passano separati dal resto del mondo, in uno scenario tra il tragico e l'onirico, Prince avalanche non ha paura di essere un film per pochi e deludere molti, con l'arroganza di chi persegue le proprie idee incurante del pubblico. Benchè quest'approccio non sia privo di fascino è anche indubbio che non tutto quello che Prince Avalanche mette sul piatto è poi davvero centrato, efficace e in grado di portare il film nei terreni più fertili, quelli dove nascono e crescono le suggestioni degli spettatori.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.