2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

28.10.14

Frank (id., 2014)
di Lenny Abrahamson

PUBBLICATO SU 
Inizia proprio bene Frank con Domhnall Gleeson che con la sua faccia da emarginato macera nell'insoddisfazione di un lavoro di ufficio nella provincia britannica fino a che, come in una commedia anni '80, gli viene proposto di sostituire il tastierista di un gruppo indie rock che si esibisce la sera stessa in quella cittadina. Aveva sempre cullato il desiderio di diventare una rockstar e ora sembra sia arrivato il suo momento.
C'è insomma tutto il brivido del grande desiderio che si avvera, delle passioni inespresse e delle velleità che per magia diventano realtà. È lo scontro con la realtà successiva alla prima serata ad arrestare anche il film.

Dopo il primo concerto ed essere entrato a far parte del gruppo ci sarà il ritiro per il nuovo album e il tentativo di esplodere, tutto intorno alla figura di Frank, motore propulsivo del gruppo ma anche individuo squilibrato che gira sempre con un casco gigante sulla testa per non essere visto. Parte un gioco dialettico ed egoistico per "fare successo", spolpando la creatività e le caratteristiche che rendono originali la band. Le spese le farà Frank stesso che in questa tipica parabola da rock band da guru diventa vittima.

Sembra l'apoteosi della commedia-Sundance questo film di Lenny Abrahamson, quella in cui la simpatia di una banda di incompetenti, drop-out e stravaganti persone cattive sulla carta ma adorabili nella realtà cerca di compiere un'impresa nonostante le proprie assurdità. Qui ovviamente l'assurdità principe, che funge anche da veicolo di marketing è il fatto che uno dei personaggi abbia sempre in testa un casco con disegnata una faccia e che sotto ci sia Michael Fassbender.
Avere l'attore del momento e non mostrarlo mai in faccia, quindi non poterlo usare nella promozione, è una decisione terribilmente indie, perfetta per attirare lo spettatore cui aspira Frank ma che ha poi poca forza in un film che dopo un inizio a fuoco lentamente perde di mordente, sembra non avere le idee chiare e cerca di mettere il ragazzo di Domhnall Gleeson (quello che entra nella band, per il quale tutto è nuovo quindi più vicino al punto di vista del pubblico) a contatto con la parabola della rockstar senza esserlo davvero. Lo vuole rendere antipatico da che inizialmente era simpatico e poi lo vuole compatire ma non è in grado di gestire tutte queste sterzate clamorose e genera solo fastidio.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.