2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

6.10.14

La promessa (Une promesse, 2014)
di Patrice Leconte

PUBBLICATO SU 
Il cinema romantico è il più maltrattato, il meno curato, il più banale. Il cinema romantico è il più difficile da fare, il più complesso da rendere e uno tra i più seri da affrontare. Patrice Leconte ha l'indubbio merito di affrontarlo molto seriamente con La promessa (ma non è la prima volta nella sua carriera), non vuole svilirlo con lo smielato, il banale e l'accattivante, nè vuole cercare un realismo moderno che stonerebbe con l'adattamento del romanzo Viaggio nel passato di Stephan Zweig. Sceglie di realizzare un film in costume che guardi i sentimenti da fuori, cercando scrutare ogni gesto o movimento rivelatorio dei personaggi.

In La promessa l'amore infatti non si manifesta mai, non si dichiara se non a mezza bocca, non è sbattuto in faccia allo spettatore, è semmai suggerito. È evidente fin dall'inizio il triangolo che si instaurerà tra i personaggi (siamo tutti spettatori smaliziati, sappiamo bene che un uomo e una donna che si incontrano in un film finiscono per provare sentimenti amorosi), Leconte non fa finta di non saperlo, così invece che raccontarlo a parole lascia che il suo film sfrutti l'interesse dei piccoli gesti ordinari, lascia che sia il pubblico a cercare avidamente nelle inquadrature, nella recitazione, nei gesti e nelle esitazioni un dettaglio rivelatorio. I protagonisti si amano ma cercando di al regista stesso.

L'inganno non può durare molto e già la seconda parte del film si basa sull'amore svelato, tuttavia c'è un'economia di gesti sentimentali che ricorda la freddezza di facciata di Jules e Jim, il pudore dei sentimenti che è caratteristica del più raffinato cinema romantico, quello che non cavalca i preconcetti già presenti nella testa degli spettatori ma cerca di sorprenderli con la più eterna e nota delle storie.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.