2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

1.11.14

Annie Parker (Decoding Annie Parker, 2014)
di Steven Bernstein

PUBBLICATO SU 
L'esordio alla regia e sceneggiatura del direttore della fotografia Steve Bernstein arriva nella forma della "storia vera", una delle trappole più insidiose del cinema. Adattare la vita di Annie Parker, donna grazie alle cui peripezie si stava quasi per scoprire una cura per il cancro e che con la sua storia personale è diventata un simbolo di costanza e forza di volontà, non sarebbe stato semplice per nessuno e l'impressione è che i fratelli Bernstein abbiano scritto una sceneggiatura tra le più ruffiane e smielate possibili, cioè che siano caduti in tutte le trappole nelle quali si può cadere trattando una materia difficile come la lotta per la vita di una persona vera.

Ci sono diversi piani temporali lungo i quali muoversi e ci sono diverse svolte inattese nella trama, date dal continuo ripresentarsi della malattia, momenti in cui di volta in volta il carico emotivo cresce perchè a tragedia si somma tragedia e i Bernstein non fanno nulla per evitare il sovraccarico emotivo, anzi sembrano voler accumulare scene madri su scene madri. L'effetto è ovviamente quello dei casi peggiori, cioè il rifiuto da parte dello spettatore di un'immedesimazione così forzata e di un piano di lettura così superficiale (Annie Parker è praticamente un angelo).

La mancanza dell'esperienza necessaria a maneggiare questo tipo di materiale si sente anche nel finale. Annie Parker è ancora viva, la sua storia dunque non ha una vera chiusa, come tutte le vite in corso non suggella nessun arco narrativo. In questo senso il film annaspa, cerca con l'espediente dell'ultima scena mostrata in testa al film di dare forza a momenti che forza non hanno, lasciando sospesa (ma non nel senso migliore) una storia che ha dato più fastidio che altro.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.