2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

1.10.15

Appuntamento con l'amore (Two night stand, 2014)
di Max Nichols

La parte migliore di Appuntamento con l'amore è la sua etica, nei cartelloni sono in evidenza le tre lettere APP e c'è una @ al posto della a ma il film è migliore della sua promozione. Max Nichols prende il paradigma grazie al quale la Blumhouse ha rivitalizzato l'horror e lo applica alla commedia sentimentale. Azzera il budget, elimina quasi tutte le location che non sono la casa di uno dei due protagonisti e costringe la classica struttura del genere a farsi piccola ed entrare nel concept di un film quasi tutto ambientato lungo in due giorni. Lei è depressa e cerca una serata di sesso senza impegno su un sito di dating e così incontra lui, i due non abitano lontano e lei deciderà di passare la notte con questo sconosciuto incontrato online. Al risveglio l'umore è dei peggiori e i due si salutano litigando, non fosse che una nevicata iperoblica blocca l'uscita del palazzo, costringendo Megan a stare a contatto di questa botta e via per ben più di quanto non avesse preventivato.

Sebbene quindi Appuntamento con l'amore (stesso titolo italiano del brutto film di Gary Marshall del 2010 e molto diverso dall'americano Two night stand, una variazione sulla proverbiale "one night stand" che indica l'avventura sessuale occasionale) faccia di tutto per mascherare la propria struttura non siamo lontani dai soliti opposti che a furia di litigare si innamorano fino almeno a tre quarti del film, quando un'incomprensione o una bugia a lungo nascosta li allontanerà in modo che il finale possa ricongiungerli con pathos. Eppure la maniera in cui Miles Teller e Analeigh Tipton incarnano il necessario mix di tenerezza, romanticismo e fasulla disinibizione sessuale è avvincente. Il caldo sprigionato in quelle mura scioglie i personaggi dalla loro rigidità e ne rivela strato dopo strato una natura più tenera e soffice della media. Appuntamento con l'amore è realmente un film d'atmosfera, di domeniche pomeriggio passate a far niente mentre fuori nevica.

Ci sono poche cose del resto che contano davvero in una commedia sentimentale di questo tipo. Di certo non è l'umorismo e di certo non è nemmeno la possibile sincerità di una storia che, comunque vada, deve seguire un percorso talmente obbligato da perdere in fretta ogni aderenza alla realtà. Allora è semmai la credibilità di un legame tra i due protagonisti a fare la differenza. Non sono i dialoghi a contare ma i silenzi che li condiscono e la maniera in cui la messa in scena crea la concretezza del sentimento. Se nel melodramma sono i tramonti, i colori accessi, la lussuria naturalistica e la grandezza degli spazi a dare la misura della tragedia, nella commedia sentimentale urbana (se non proprio newyorkese, che è un genere a sè), sono gli spazi angusti, la modernità degli interni, la capacità di rappresentare lo zeitgeist contemporaneo e il rapporto che si stringe con la città a battere il tempo.
Il segreto della riuscita di questo adorabile piccolo film sta quindi nel modo in cui Max Nichols coordina tutte le componenti del film per dare dignità alla materia più frivola in assoluto o anche nel modo in cui culla i due protagonisti nella bambagia di un caldo appartamento durante un'iperbolica e paradossale nevicata o ancora l'assoluta mancanza di insistenza nel fare una morale. Sono questi tutti piccoli segreti della trasformazione di una sceneggiatura carina in film pienamente riuscito.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.