2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

28.12.15

The Ridiculous 6 (id., 2015)
di Frank Coraci

Adam Sandler quando scrive, interpreta e produce i suoi film va dritto come una locomotiva. Fin dagli esordi al cinema ha battuto una strada e una comicità immediatamente riconoscibili e da quelle non ha mai deviato per nessun motivo, replicando il medesimo modello a diversi gradi di freschezza ed efficacia in ormai 20 anni.
The Ridiculous 6 con il titolo, il trailer e i titoli di testa prende di in giro gli Hateful 8 di Tarantino ma in realtà non centra niente. È una action comedy in pieno stile Sandler, tutta giocata su umorismo fisico e gag scatologiche, vagamente conservatrice e come accade nei suoi film da quando ha superato i 40 anni, piegata verso il lato familiare e buonista, con una totale esaltazione del protagonista (ma senza l’ironia esplosiva che aveva trovato in Zohan).

È la storia di un indiano bianco (Sandler) che incontra il suo vero padre poco prima che questo venga rapito. Per salvarlo attraverserà il West, incontrando casualmente altre 5 persone che scopre essere figlie di suo padre, quindi suoi fratelli. I 6 dovranno rubare una somma per riscattare l’uomo che in certi casi nemmeno hanno mai visto.
Trama irrisoria, pretestuosa e utile unicamente a mettere in fila le gag di Sandler e soci, rigorosamente tutti impegnati uno o massimo due alla volta, come comici di uno spettacolo di varietà che si presentano a turno sul palco.

È un cinema “familiare” in un senso molto largo quello di Adam Sandler, uno che non solo gira intorno all’ideologia wasp più tradizionale e conservatrice ma che è proprio fatto da una famiglia. Si tratta di produzioni che coinvolgono tutti professionisti che si conoscono e amano lavorare insieme, una compagnia di giro che applica il medesimo canovaccio e la medesima struttura a diversi contesti per generare film nuovi. In The Ridiculous 6 troviamo infatti lo sceneggiatore Tim Herlihy e il regista Frank Coraci (con Sandler fin dagli inizi) e poi gli attori che nel tempo sono tornati più volte nei suoi film anche solo per piccoli cammeo come Steve Buscemi, John Turturro, Harvey Keitel, Jon Lovitz, Danny Trejo assieme ad altri nomi noti come Luke Wilson, Jorge Garcia, Taylor Lautner, Terry Crews e Rob Schneider.

L’aria è quella della scampagnata, l’idea di mondo è totalmente machista, retrograda e fieramente arroccata su modelli sessisti mai nemmeno lontanamente messi in discussione, il risultato è la più sconfortante e poco divertente delle parabole da televisione regionale nello splendore dei 4K di Netflix. Il film infatti è il primo “straight to online” che Netflix porta anche in Italia, produzioni fatte per andare solo sulla piattaforma on demand in tutto il mondo.
Forse per continuità, forse per dimostrare che non c’è nulla di diverso dal cinema o per semplice economia di idee però The Ridiculous 6 non ha niente di diverso dai più fiacchi film che Sandler ha portato sul grande schermo.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.