2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

8.11.08

In Compagnia Dei Lupi (The Company Of Wolves, 1984)
di Neil Jordan

Le favole tradizionali non sono racconti adatti ai bambini, raccontano atrocità, esseri umani mangiati dagli animali, bambini abbandonati dai genitori e violenze all'ordine del giorno, o quantomeno non sono adatte ai bambini di una società come quella moderna, nella quale la violenza e la morte non sono più esposte pubblicamente ma sempre nascoste negli ospedali.

Neil Jordan sembra partire dall'effettiva efferatezza delle favole (in particolare Cappuccetto Rosso) per allargarne il mondo fino a comprendere la sessualità e addirittura tematiche sociali. Molta è l'attenzione alla costruzione materiale dell'ambiente (come tipico della scuola inglese) e ai colori dominanti (che escludono il rosso per evidenziarlo quando compare nella mantella o nel sangue).

Partendo da un libro il regista punta moltissimo sulla costruzione di un universo dove la paura domina sia a livello di paesaggi (a partire dagli ambienti e dalle scenografie) che a livello psicologico e immaginifico.
La paura del sentiero non battuto, degli animali, della violenza e della doppiezza umana (gli uomini lupo) sono la grande costante assieme al sottofondo sessuale sempre più esplicito e all'attrattiva che la protagonista sente crescere per i lupi, cioè il mondo che viene condannato dai suoi compaesani.

Ma come è ovvio in un film sulle favole anche il racconto ha un'importanza determinante, foriero come sempre di conoscenza sia buona che cattiva, forma principale non solo di conoscenza ma soprattutto di avanzamento psicologico e culturale e mai opera fissa ma testo negoziabile. Attraverso i racconti che la nonna le fa per spaventarla la protagonista sviluppa attrattiva per i lupi e attraverso il racconto consolatorio finale il lupo si spaventa ancora di più.

Così quando ad un certo punto vengono pronunciate le frasi "Che occhi grandi che hai" ci si rende conto che si sta assistendo a qualcosa di completamente diverso, una storia che non vuole insegnare come le favole ma coinvolgere come un film.
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.