2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

14.10.16

Qualcosa di Nuovo (2016)
di Cristina Comencini

Ci voleva un film di Cristina Comencini, in piena continuità con le commedie sofisticate del cinema italiano, dotato di volto buono e sceneggiatura garbata, capace di sedere senza timore di sfigurare in qualsiasi buon salotto, per presentare al pubblico che non lo conosce il concetto di MILF. Categoria del porno (ma prima ancora del piacere maschile) canonizzata dal cinema, cioè da American Pie, per quanto già presente da tempo nell’immaginario collettivo, il concetto di MILF è approdato solo recentemente alla consapevolezza femminile. Solo tre anni fa il cinema americano, con Two Mothers, faceva infatti la medesima operazione di allargamento al pubblico femminile di una categoria ad uso e consumo maschile.

In Qualcosa di Nuovo ci sono due amiche che si spupazzano un ragazzo di almeno 20 anni più giovane di loro. Lui è un 19enne che deve fare ancora la maturità, loro hanno figli oppure hanno deciso di non averne. Per un equivoco lui, andato a letto con una delle due (la più passionale e irrazionale) in una notte alcolica, crederà di essere in realtà stato con l’altra (più controllata e algida), le frequenterà carnalmente separatamente per ottemperare all’intreccio da commedia degli equivoci. Solo alla fine si renderanno conto di quanto questa frequentazione partita su basi sessuali si sia rivelata un modo per tutti e tre di arricchirsi.

Quel che conta in questo caso però è altro dalla trama, cioè la maniera in cui qualcosa di estremamente sessuale e parente intimo dell’eccitazione (provare attrazione per qualcuno verso cui solitamente non si usi provarne), viene ricondotto in un ambito controllato e pacato. L’irrefrenabile pulsione che spinge verso una donna più grande o l’ancor più viscerale desiderio di essere posseduta da un corpo giovane, vengono asciugati da qualsiasi perversione e qualsiasi traccia di bassi istinti. Per entrare nel discorso sociale dalla porta principale il concetto di MILF viene privato della sua spinta erotica e ammantato di una più ecumenica voglia di stimolo intellettuale. American Pie, commedia di tutt’altro tono, partiva invece dal lurido per fondare un immaginario che ha poco a che vedere con la seduzione di Mrs. Robinson (la MILF in tempi non sospetti di Il Laureato) ed è molto più prossimo al sesso.

Qualcosa di Nuovo invece viene da un copione teatrale della stessa Comencini e diventa film con il contributo di Paola Cortellesi (da poco sceneggiatrice dei film in cui recita e con risultati quasi sempre ottimi). Tuttavia come già accadeva in Bianco e Nero, la maniera in cui Cristina Comencini fa commedia mira ad esporre e mettere in scena un nodo irrisolto della società, organizzandogli intorno un racconto bonario. Trasportando qualsiasi questione nei lidi che preferisce, quelli della commedia sofisticata per l’appunto, quindi della buona borghesia moderna e degli stili di vita molto contemporanei, Cristina Comencini certifica la pregnanza di una questione la quale, arrivata in un suo film, è da considerarsi sdoganata.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.