30.12.05

Ricomincio Da Capo (Groundhog Day, 1993)
di Harold Ramis

Share |

Il classico esempio del film cult. Originariamente un flop al cinema ha cominciato a crescere in popolarità con il commercio in VHS e i passaggi televisivi fino ad essere elevato a film di riferimento. Ogni 2 febbraio (il giorno della marmotta del titolo originale) su internet si sprecano i richiami al film.
Ricomincio Da Capo, per i pochi che non lo sapessero ancora, parla di un uomo costretto a rivivere sempre lo stesso giorno, ma con la memoria di quelli passati. In sostanza vai a dormire e ti risvegli che è sempre il 2 febbraio e ti capitano le medesime cose ogni volta, ma tu già lo sai.
Il film è girato molto molto bene per tanti motivi. Primo perchè non è facile per niente riuscire a narrare una storia di questo tipo dove il divertimento ed il fulcro di tutto è dato dal ripetersi delle situazioni sempre uguali a loro stesse, dove a cambiare è solo la reazione del protagonista, senza annoiare, secondo perchè in questa odissea Ramis traccia un percorso di purificazione e santità molto umano.
Il protagonista interpretato da Bill Murray per passare da cinico e meschino a buono e angelico ci mette tutto il film e passa attraverso varie fasi: la paura, l'eccitazione per la scoperta di poter fare quello che vuole senza subire le conseguenze, l'esplorazione delle potenzialità, la conoscenza, la noia, la voglia di morire e poi il migliramento di se stesso, la bontà ed infine l'altruismo. Un vero percorso di santità che passa attraverso il rifiuto dell'uso peronsale dell'onnipotenza, di stampo prettamente cattolico ma coerente e non fastidioso. Alla fine effettivamente rivivendo sempre lo stesso giorno si possono sapere e scoprire tante di quelle cose tali da essere onnipotenti e se non lo si è in quel momento di sicuro lo si sarà il giorno dopo, memori di come sono andate le cose. Lo stesso Phil dice: "Forse anche Dio usa dei trucchi, forse non è onnipotente ma sta lì da così tanto tempo che ormai sa tutto". Il concetto è lo stesso.
Inoltre il film è molto divertente, e questo conta molto, anche grazie ad un ruolo particolrmente adatto ai cinismi di Bill Murray, quando ancora non era diventato il super attore acclamato che è ora e poteva anche recitare normalmente senza dover per forza non fare espressioni.
Esiste un remake italiano del film si chiama E' Già Ieri con Antonio Albanese.





11 commenti:

Fabio ha detto...

Condivido le impressioni su questo film. Lo vidi la prima volta in TV e mi piacque subito moltissimo... filava molto piacevolmente, per nulla noioso (mentre i film visti il pomeriggio a casa sembrano di solito taaaanto lunghi).
Non saprei immaginarlo con un altro interprete però.

gparker ha detto...

Si anche a me è sempre sembrato frutto di un perfetto connubio...

Massimo Manuel ha detto...

Ramis e Murray insieme sono una garanzia...trovo questo film delizioso, un vero cult, per niente ingenuo o scontato..è semplicemente Bill Murray al meglio della sua verve cinica e comica...che i dei lo benedicano..

Lui ha detto...

Non ci posso credere..... cioè, ho giusto comperato il dvd l'altro ieri... cioè.... è telepatia o devo iniziare pesantemente a preoccuparmi.....

gparker ha detto...

Il blog perfetto previene i desideri dei suoi utenti...

Lui ha detto...

..... previenimi questo. ;P

gparker ha detto...

Frankie ha una pessima influenza sui lettori di questo blog...

Valerio ha detto...

gran film. prorio un gran film.

frankie666 ha detto...

mi manca... non l' ho visto...


perchè ho una pessima influenza?

gparker ha detto...

Perchè inciti alla rivolta contro il tenutario del blog...

frankie666 ha detto...

Non conosco il tenutario del blog... Questo blog è DI CHI LO LEGGE! Non esistono padroni!

somos la revolucion
si senor, si senor
el nemico è el padron.