14.2.06

L'Uomo Che Visse Nel Futuro (The Time Machine, 1960)
di George Pal

Share |

Tratto dal classico di H.G. Wells questo L'Uomo Che Visse Nel Futuro, è un film decisamente trascurabile.
Già c'è un problema con l'adattare la storia di Wells, che pur essendo uno dei più fuglidi esempi del genere è decisamente superata (e lo era anche negli anni '60, basta pensare che all'epoca andava in onda Ai Confini Della Realtà), poi George Pal ci mette del suo con una messa in scena decisamente banale.
Nulla di originale in un filmucolo di fantascienza che se dal punto di vista del contenuto è uno dei fondamenti della fantascienza moderna, dalla parte dell'espressione è una rimediazione di tante cose dell'epoca (Bava per quanto riguarda le scene nelle caverne) fatta senza la minima originalità.
L'unico pregio è nell'aver anticipato in un certo senso il binomio fantascienza/design, la macchina del tempo è in effetti un oggetto molto suggestivo.
Interessante anche il fatto che il film (ambientato in Inghilterra, ma rigorosamente americano) sia girato e fotografato alla maniera inglese.
Ne è stato fatto un remake pochi anni fa con Guy Pearce chiamato Time Machine.





4 commenti:

Alexx ha detto...

Girovagando per il WEB alla ricerca di una locandina italiana, mi sono imbattuto in questo commento che vorrei contestare con tutte le mie forze!

L'Uomo che visse nel futuro è un capolavoro della cinematografia Sci-Fi di sempre. La messa in scena banale fruttò anche un Oscar per i migliori effetti speciali e, quanto ad originalità, il film presenta degli spunti che ne fanno uno dei fondamenti della fantascienza moderna.

gparker ha detto...

Lo so che è considerato un'opera fondamentale per la sci-fi moderna ma non sono minimamente daccordo. Trovo che non solo sia superato in tutto, ma che non abbia dato vita a nulla di originale che abbia poi fatto da base per qualcos'altro.
L'Oscar per gli effetti speciali non significa nulla, erano gli anni '60.
Sinceramente gli spunti che dici tu non li ho visti.

Dylan ha detto...

Sono d'accordo con Alexx, rivedere quel film mi suscita ancora emozioni, cosa che ad esempio non è successa con il remake.. se lo potevano risparmiare. Il film resta una pietra miliare nel suo genere poi chiaramente ognuno può opinare come vuole.. ma dovevo dire la mia. Dimenticavo poi che è riuscito in versione rimasterizzata e ricco di contenuti speciali..questo indica che il film ancor oggi piace...e se devo essere sincero solo in questo blog ho potuto leggere commenti negativi per questo film...

gparker ha detto...

Si lo so che è universalmente apprezzato, ma sinceramente io non ci vedo proprio nulla, nemmeno di anticipatorio.