2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

15.11.16

Ibrahimovic - Diventare Leggenda (Becoming Zlatan, 2015)
di Fredrik Gertten e Magnus Gertten

Più che un documentario su Ibrahimovic, questo film che arriva nelle nostre sale in uscita limitata, è un documentario sull’Ajax, sul rapporto che la squadra olandese ha avuto con il giocatore svedese nei circa 4 anni di contratto. Le rivalità, la fatica ad inserirsi, il carattere spigoloso che viene per la prima volta formato realmente e poi le vittorie e la vera celebrità, fino alla cessione alla Juventus del 2004. Oscillando continuamente tra due tempi, la fine degli anni ‘90, quando giocava nel Malmo, in Svezia, e i primi 2000 in Olanda, Ibrahimovic - Diventare Leggenda sembra un collage di video di repertorio.

Questo documentario non fa molto di più che mettere in fila le immagini delle partite dell’epoca associate a quelle amatoriali (sempre più frequenti nei documentari biografici da quando le vite da ritrarre si svolgono alla fine degli anni ‘90, del periodo di massima diffusione delle videocamere). È una celebrazione non solo dell’Ibrahimovic calciatore, ma come dice il titolo dello Zlatan star, del suo statuto di autorità e di mito autocostruito. Senza riuscire mai a riflettere sul primo sportivo dai tempi di Mohammed Alì che si professa indefessamente il migliore del mondo (arrivando poi a quella qualifica), o su quanto questo potrebbe distruggere altri ma esalta Ibrahimovic, il documentario pare un’operazione di governo: allineato e celebrativo.

Non c’è nessun coraggio né alcun intento di mostrare lati che non si conoscano già del calciatore, non c’è nessuna seconda lettura o chiave interpretativa, solo la riproposizione di un momento non particolarmente appassionante della sua vita, reso tale da un montaggio che mette in relazione il turbolento inizio al Malmo, durante il quale al carattere già ostico si sommava anche un’età non facile, alla distensione degli anni dell’Ajax.
I nomi coinvolti per le interviste sono tutti di livello (Snejider, Mido, Fabio Capello…), mentre il protagonista è presente solo in interviste dell’epoca, ma il massimo che può uscire fuori è un po’ di gossip. Solo Capello riesce a dare dei dettagli tecnici, delle idee sul suo modo di giocare che per un appassionato possono suonare interessanti. Ma è più merito dell’allenatore che dei documentaristi.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.