2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

4.1.10

Che cos'è stato il cinema 2000-2009

L'intento è cercare di capire, per usare un'espressione abusata, cosa resterà di questi anni, quindi non si tratta tanto di trovare il "film migliore" (qualsiasi cosa significhi quest'espressione) quanto di cercare di cominciare a farsi un'idea del posto e del ruolo che potranno avere gli anni '00 e i loro film nel più grande disegno dell'evoluzione del cinema, non è facile e forse impossibile farlo oggi ma ci si comincia a provare. Per questo vi chiedo, se vi va, di integrare, rispondere, commentare, trackbackare e via dicendo con il vostro contributo anche perchè io qui dò una visione parziale relativa alla mia idea di cinema e quello che mi sembra sia successo. Ci sono autori che non calcolo nemmeno (Bekmambetov) perchè assolutamente inutili ai fini della storia del cinema secondo me ma che so che altri calcolerebbero. L'unico criterio che mi sembra ragionevole per tutti rispettare è quello di parlare di personalità emerse in questi anni e in questo rappresentativi del nuovo, alla ricerca dello specifico del decennio. Anche a me piace Eastwood ma non è un uomo degli anni '00, lo stesso vale per Tarantino o i Coen e sebbene abbiano realizzato opere importanti e influenti nello spirito del decennio lascerei il loro lavoro ad un altro tipo di ragionamento. Non stiamo a fare i pignoli sugli anni chiaramente (il 1999 può comunque valere).

Lo dico subito, io non sono riuscito a trovare qualcosa di realmente identificativo di cosa sia stato il decennio cinematografico, non ho cioè trovato un Pulp Fiction, un Blade Runner o un Decalogo di questi anni. Molti buoni film, questo sì, ma nulla di chiaro. Forse non sono stato capace, forse non si può capire ora o forse non c'è stato. Anche perchè la maggior parte delle cose interessanti sono venute da personalità già attive negli anni '90, figlie di quel tipo di ambiente, cultura e via dicendo e dunque non le ho considerate.
Penso di poter dire senza timore di andare contro nessuno che si è trattato di un decennio di non facile decifrazione, privo di tendenze chiare o meglio privo di tendenze grosse, uniformi e chiaramente identificabili, quelli che in sostanza si chiamavano "movimenti" e che oggi, per fortuna, non hanno più ragione di meritare un nome (per citare Muller a proposito del superamento dei vincoli culturali nazionali "perchè i film oggi sembrano essere in relazione tra loro come le onde del mare"). Dunque ho proceduto schematizzando per nazioni unicamente per mia deformazione tassonomica inoltre per comodità di tutti le ho evidenziate in grassetto (IL GRASSETTO IN QUESTO BLOG!!!). A voi.
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.