24.11.05

Quando Eravamo Re (When We Were Kings, 1996)
di Leon Gast

Share |

Nato come un documentario sul grande concerto di 3 giorni di artisti afroamericani tenutosi a Kinshasa in occasione dell'incontro per il titolo dei pesi massimi tra il detentore George Forman e lo sfidante Mohammad Alì, Quando Eravamo Re durante la lavorazione è diventato, attraverso il recupero di materiale diverso e nuove interviste, una testimonianza non solo dell'incontro (incredibile di per sè) e nemmeno della personalità magnetica, aggressiva ed eroica di Alì, ma dell'intero spirito di un popolo. Quello dei neri d'America che si fondo con le loro radici africane.
Ad un certo punto Alì dice: "Questa è la nostra musica, questa è la nostra cultura. E questo non vuol dire che io voglia la guerra o che non vogliamo fare affari con i bianchi o integrarci ocn loro. Continueremo a volere la convivenza, ma questa è la nostra cultura, le vostre donne non vi abbandonano sulla porta perchè avete i soldi per tenerle.", il documentario ha anche l'immensa ragionevolezza di non sfociare nell'agiografia di Alì (compito difficilissimo) nè dell'evento. Il quadro che emerge è complesso e sfaccettato, un evento nato per fini meramente economici e pratici (Alì DOVEVA tornare ai vertici e Don King DOVEVA fare soldi), che prevedeva di sfruttare il ritorno in Africa (l'incontro si tenne alle 4 del mattino per farlo vedere alle 10 in America) e l'impatto emotivo che ne conseguiva.
Non si capisce se volutamente o meno, se con una certa coscienza oppure no, ma Leon Gast riesce a fare un film che è il prototipo di tutti i film perfetti. Una narrazione lineare di un fatto che tramite le singole storie (Alì, Foreman, il concerto, la dittatura, la politica) riesca a parlare di altro, stimolare tantissime riflessioni, con un coinvolgimento sentimentale altissimo.
Quando eravamo re forse non è il più bel documentario che abbia mai visto, sicuramente è un documento incredibile che riesce anche a parlare di se stesso nel momento in cui Spike Lee dice: "I ragazzi di oggi non sanno nulla di queste cose, e invece dovrebbero capire che cosa rara sia poter avere degli eroi". E lo era un eroe Alì, in maniera spontanea e genuina. In quel particolare momento storico lui era il simbolo di una riscossa che non c'è mai stata se non per una notte, ma ha canalizzato il desiderio di un popolo di riappropriarsi della loro cultura, dando unità e forma ai sentimenti sparsi dei singoli, facendoli sentire davvero parte di una comunità, dandogli dignità. Il vecchio campione sul viale del tramonto, arrogante e presuntuoso che si scontra in una lotta impari contro il giovane campione, nel pieno delle sue forze, potente e inesorabile, che ha battutto tutto e tutti. Un incontro impossibile vinto con la forza della disperazione (perchè ditemi se non è disperato puntare farsi menare per 5 round da una bestia, un toro che spacca tutto e tutti, sperando che si stanchi e sperando di avere poi la forza di dare il colpo di grazia). "Come puoi sparare al diavolo? E se poi lo manchi?"





15 commenti:

Valerio ha detto...

"che uomo e che campione". Un documentario immenso,altro che Moore...ogni volta che lo vedo mi commuovo.Come la pioggia che cade sulla terra arida di Kinshasa dopo l'incontro...che spettacolo...

gparker ha detto...

Il sangue dei cento criminali ammazzati e dei mille arrestati e imprigionati sotto lo stadio dove si svolgeva l'evento, ancora nell'aria.

frankie666 ha detto...

devi fare una cosa del genere per il torneo di PES.... Pecheur=Foreman... Gulla è James Brown...

gparker ha detto...

Con nel finale una serie di foto in bianco e nero con musica rap.

frankie666 ha detto...

tu sei il dittatore....

gparker ha detto...

questo è chiaro.

frankie666 ha detto...

Valerio fa il sacco a pelo che prende a cazzotti Foreman...

frankie666 ha detto...

pardon scordate la parola "a pelo"

gparker ha detto...

Il sacco a pelo..................

frankie666 ha detto...

Ahò ieri sera ero un po stanco capita anche ai migliori...

Valerio ha detto...

la verità è che la parola sacco+pelo a certe ore ti eccita.

frankie666 ha detto...

gp queste volgarità dovrebbero essere bandite dal blog... Ricordo di essere stato redarguito + volte, IO perchè accennavo a dire una parolaccia.... DEL RESTO LO SAPPIAMO NOI CHE IN QUESTO BLOG NON TUTTI I COMMENTATORI SONO CONSIDERATI UGUALI....

gparker ha detto...

Certo!
Ho mai detto d'essere un democratico?
Mi sono mai vantato di questo blog come di un luogo di democratica partecipazione?
Qui c'è un unico tiranno assoluto.
Sennò che cazzo l'ho aperto a fare??

Sul mio blog non tramonta mai il sole.

frankie666 ha detto...

Bel commento.... Appena troverò una risposta degna te la scriverò al + presto.... Sono ancora indeciso se buttarla sulla ribellione, o darmi alla parabola storica...

sapone ha detto...

Me, We.