20.9.06

Il Villaggio Dei Dannati (Village Of The Damned, 1995)
di John Carpenter

Share |

Inizia bene la trama di Il Villaggio Dei Dannati, inizia un po' come avrebbe fatto Stephen King, con misteriosi accadimenti in un paesino della provincia americana, ma quasi subito sgrava. Peccato perchè Carpenter non è l'ultimo dei cretini e si vede in ogni suo film.
Anche in questo caso ci sono alcuni segmenti di suspense da antologia, su tutti quello in cui Reeve tenta di mantenere un segreto per la prima volta a sua figlia e non si capisce se lei gli stia leggendo il pensiero o meno, nessuno dice nulla ma si può di suspense.
Eppure Carpenter è così, alterna prestazioni decisamente sopra le righe a film piccoli in tutto. Non quei film piccoli che sono belli perchè piccoli, film piccoli nel senso di minori, di poche pretese e purtroppo poche riuscite. Questo è un remake dell'omonimo film degli anni '60, vecchio in molti aspetti e giusto l'abilità di Carpenter gli può dare un po' di orrore, ma il senso di ridicolo è dietro l'angolo. Non brutti perchè un onesto e vero mestierante come Carpenter i film li sa fare e le storie le sa narrare con abilità e originalità, ma piatti, inutili.
E cmq difficile non ridere dopo la parodia de I Simpsons.
Curiosamente il film ha "dannato" molti dei suoi interpreti, da Michael Parè (scomparso) a Kirstie Alley (ingrassata e scomparsa) a Christopher Reeve che non ha bisogno di presentazioni.

7 commenti:

frankie666 ha detto...

Cioè tra ieri e oggi ti sei visto un carpenter e un walter hill?!
Ci siamo dati al cinema d' azione eh?
bravo, bravo....

gparker ha detto...

Pura casualità della programmazione satellitar/televisiva...

frankie666 ha detto...

per un attimo avevo sperato...
Del resto era il colmo, te spizzavi i film d' azione, io Ang Lee...

gparker ha detto...

S'è rivoltato il mondo.

frankie666 ha detto...

ci manca solo che mi commuovo con Brokeback Mountain, e che comincio ad amare Muccino...

kekkoz ha detto...

l'unico vero brutto film di carpenter.

rivoltante.

gparker ha detto...

abbastanza insulso.