27.10.07

La Rabbia (1963)
di Giovannino Guareschi e Pier Paolo Pasolini

Share |

EXTRA
FESTA DEL CINEMA 2007

Altro grande evento della Festa del Cinema è la proiezione di La Rabbia, film rimasto parzialmente inedito, poco distribuito e mai più rieditato che unisce il poeta, scrittore e regista di sinistra Pasolini con l'umorista e scrittore di destra (cattolica) Guareschi.
I due non si sono nemmeno incontrati, hanno realizzato i due segmenti che compongono il film separatamente ognuno spiegando le proprie ragioni dell'esplosione di rabbia degli anni che vivevano, ognuno con un montaggio di materiale di repertorio e voci fuoricampo a fare da commento.
Il risultato è molto molto particolare, qualcosa che si situa a metà tra il documentario educativo e il cinema tradizionale. Perchè se l'intento didascalico è chiaramente e dichiaratamente fortissimo, c'è anche molto cinema (specialmente nel segmento di Pasolini) nel modo in cui il montaggio giustappone, alterna e procede per contrasto, analogia ecc. ecc. in costante contrappunto alle parole delle voci fuori campo.
La cosa più divertente è come entrambe le ideologie (lontane anni luce) siano totalmente superate oggi ma soprattutto siano state sorpassate dai fatti. Guareschi ammonisce e si scaglia contro il decolonialismo e afferma come stiamo lasciando l'Africa alla Cina, che è solo questione di tempo prima che la invada, e Pasolini retoricamente si chiede quando mai la chiesa farà papa un uomo di umili natali.

0 commenti: