2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

2.11.08

Top Score Del Mese: The Promise
a cura di Compatto

The Promise è un film di Chen Kaige, credo che sia uno di quei classici film di samurai e onore con cui l’oriente ci riempie le sale, dove durante i combattimenti invece di saltare, la gente vola, non se sa perchè.
Di solito questo tipo di film hanno lo score pieno di percussioni dei soliti ignoti Tan Dun e Shigeru Umebayashi, il che non è una nota cattiva, anzi.
Ma per questo film Chen Kaige si affida al famoso compositore tedesco di Germania Klaus Badelt, che ha fatto un ottimo lavoro, alcuni lo hanno definito il suo miglior score dai tempi del suo esordio nel 2002 con The Time Machine.
Klaus è stato dal 1997 al 2004 un compositore della scuderia Remote Control dove è cresciuto partecipando a molti score di Hans Zimmer come il Gladiatore, Pearl Harbor, Hannibal e The Pledge.
Nel 2002 è arrivato il suo esordio come compositore solista con The Time Machine, molto amato dai fan Remote Control, ma non solo da loro. Nel 2003 ha musicato il film dei Pirati dei Caraibi.
Ci sono voci non ufficiali secondo le quali, grazie alla sua estroversa attitudine collaborativa e la capacità di creare melodie profonde, molti compositori chiedono la sua collaborazione, non so quanto possa essere vera questa informazione, ma è sicuro che Klaus Badelt ama molto collaborare con altri compositori.
Ha anche musicato due film di Werner Herzog (ama vantarsi di questo), uno con Hans Zimmer, e uno da solo.
Per musicare il film The Promise, Badelt ha viaggiato in Cina per circa 2 mesi cercando uno stile adatto al film.
Per concludere Badelt è un compositore tra i più gettonati di Hollywood e penso che se ascolterete questo score capirete il perchè, se solo le case discografiche lo snobbassero un pò di meno.

IL DOWNLOAD

6 commenti:

frankie666 ha detto...

"dove durante i combattimenti invece di saltare, la gente vola, non se sa perchè."

che spettacolo.


Fabio ha detto...

Io invece trovo che con sta gente che vola abbiano svilito troppi combattimenti.
Ora pensa tu se Bruce Lee avesse volato.


gparker ha detto...

non sono combattimenti, sono versioni metaforiche e stilizzate di un combattimento. che poi gli altri (principalmente gli americani) abbiano preso quella forma estetica per farci dei combattimenti veri non è colpa loro...


Anonimo ha detto...

Non dare la colpa agli americani.

C2


gparker ha detto...

e tu non darla ai cinesi!


frankie666 ha detto...

Ho un idea date la colpa a me.


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.