2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

26.4.09

Kurt Cobain era morto da poco, andavo male in greco e avevo scoperto la rete

Anche io come molti mi fermo un attimo oggi per ricordare Geocities, che dopo anni di servizio e dopo essere stato comprato da Yahoo! ben presto chiuderà.
Era uno dei primi servizi di hosting gratuito diventati popolari in rete a metà degli anni '90.
Io cominciai a sperimentare l'HTML nel 1996 con una pagina su Geocities (indirizzo geocities.com/Hollywood/8261, ancora lo ricordo!!) che non guardava nessuno, che era illegibile e piena di stupidissime immagini ma della quale andavo fierissimo.

Ci ho fatto i peggio esperimenti su Geocities ed è stato per me come per tanti altri un luogo della rete da frequentare e sul quale divertirsi (quasi) da soli in attesa che il resto del mondo scoprisse internet. In più è stato anche uno dei primi servizi gratuiti della rete. E che servizio! Hosting gratis e sebbene l'URL non era dei più facili il sistema ad indirizzo simile a quelli del mondo reale abbozzava anche un'idea di community. Ma io anche all'epoca ero antipatico e mi facevo i fatti miei.

Non voglio fare il passatista, Geocities era un modello vecchio per un periodo ancor più pionieristico di quello odierno, è stato ucciso dai blog (e da qualcos'altro anche prima) ed è bene così. Però è stato veramente un mito per tanti anni.

11 commenti:

doppiaeSSe ha detto...

di fatto, è la nascita del web 2.0
La parte abitata della rete iniziava a manifestarsi come tale


gparker ha detto...

su questo non ci giurerei. La rete è sempre stata fatta dagli utenti, più allora che oggi, perchè c'erano meno compagnie online.
Però di sicuro è stato uno dei primi modi di allargare a più persone questa possibilità.


doppiaeSSe ha detto...

infatti, se consideriamo il web 2.0 come il trasferimento del "contenuto" nelle mani degli utenti, quelli sono stati gli inizi..almeno come filosofia.


Fabio ha detto...

La preistoria del web è morta e sepolta. L'altro giorno ho trovato un supplemento del Guerin Sportivo, roba del 95/96, con una rubrica che raccoglieva link dall'allora nascente internet.
Per curiosità ho provato a vedere se erano raggiungibili. Nessuno. Errore 404, niente redirect e nemmeno siti istituzionali e siti di organizzazioni importanti.


Anonimo ha detto...

Anch'io c'ero... era il lontano '96, andavo alle medie ed ero un fan sfegatato di x-files... che azzarderei a paragonare ad un odierno lost... e geocities era pieno di siti fatti da fan... spesso inutili e sempre molto brutti, con tutte quelle gif animate e con gli sfondi che non permettevano di leggere una mazza, senza google che indicizzava i contenuti... si, effettivamente ci si poteva creare il proprio banchetto pieno di cianfrusaglie ma era impossibile che qualcuno anche solo per caso passasse a dare un'occhiata... geocities era pieno di siti mai visitati da qualcuno...


gparker ha detto...

la descrizione del mio...


Fabio ha detto...

Ma parlavi di cinema anche lì? Anzi, parlavi anche lì?


Ace Of Spades ha detto...

anzi, lì? :D io ho sperimentato con digilander! ero orgogliosissimo di quell'aborto di sito! certo adesso wordpress, joomla, e compagnia (tutti aggeggi coi quali ho a che fare 10 ore al giorno per ogni giorno della mia vita) hanno soppiantato quel periodo!


gparker ha detto...

no, il cinema non era ancora diventato parte integrante della mia vita e tutto era una scusa per mettere in piedi un sito e sperimentare con l'html.
Come la fase dell'asilo, si gioca con i mattoncini per sperimentare le dinamiche "trail and error" da applicare nel resto della vita.


frankie666 ha detto...

cosa sarebbe il trail and error?


gparker ha detto...

è uno dei modi attraverso i quali gli esseri umani imparano le cose, cioè uno dei tanti sistemi di conoscenza del mondo e di aumento dell'esperienza. Sarebbe in sostanza "prova ed errore", il procedere per tentativi, desumere quindi la teoria dalla pratica e non viceversa.

I bambini non studiano le cose e poi le fanno ma le fanno e sbagliando imparano. Per questo è importante il gioco, perchè ti comincia ad insegnare il funzionamento di questo sistema. Allo stesso modo l'HTML poteva essere imparato con Geocities semplicemente provando e sbagliando, poichè era gratis.


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.