2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

16.9.09

Non prendete impegni

Nonostante ci sia Venezia a Roma e nonostante esca il nuovo film di Woody Allen il vero film da andare a vedere al cinema è un altro. E' Il mio vicino Totoro. Finalmente rimesso al cinema (la cosa fu annunciata un anno esatto fa) dopo 20 anni in cui da noi era stato distribuito unicamente per l'Home Video.
Il film è straordinario. Lo vidi tre anni fa in una retrospettiva e lo giudicai un minore, ma questo perchè sono cretino. In realtà è un film che si rivaluta sempre di più con il passare del tempo e uno di quelli (anche solo nella cerchia dei cartoni di Miyazaki) che più mi è rimasto impresso per forza espressiva e coraggio filmico. Perderlo al cinema sarebbe davvero davvero stupido. Molto stupido.

Non mi dilungo in ulteriori recensioni anche perchè ho scritto qua un po' di curiosità sulla realizzazione e alcune chicche trovate in libri e interviste. Andate e divertitevi. Io ve l'ho detto.

10 commenti:

mpuntoarte ha detto...

piccola precisazione, non mi risulta che sia mai stato distribuito prima in italia neanche in home video, e immagino che anche nella retrospettiva in cui lo hai visto non fosse doppiato.
Speriamo abbia un buon riscontro dato che probabilmente da questo dipende il rilascio successivo (almeno home video) di tutti gli altri film passati e inediti in italia dello Studio Ghibli.


gparker ha detto...

E' stato distribuito in Home Video tanto che l'ho visto doppiato.
E tutto questo preludo ad un lancio anche degli inediti.


frankie666 ha detto...

confermo quel che dice Parker.

A me mancano questo e Nausicaa...


Fabio ha detto...

La aspettavo questa uscita... ma per adesso devo stare per un mese a riposo, a casa, perché ho dovuto fare un piccolo intervento al polmone. :( Sono tornato l'altro ieri.

Il film poi, oltre ad essere bello in sé, segna a mio modo di vedere l'apice stilistico dello Studio Ghibli (insieme a Kiki forse) e un campione di riferimento per gli anime. Poi arriveranno colori desaturati, riflessi gelatinosi, computer, esagerazioni varie...

Frankie, Nausicaa è la storia più potente e trascinante di Miyazaki, e il tema di Hisaishi gli va dietro, meno delicato del solito.
Lei è l'eroina miyazakiana reale, le altre sono solo delle nausicaa "acquerellate".

E dico questo avendo visto questo film per ultimo.


Christian ha detto...

Per me Totoro è il capolavoro di Miyazaki!

E anche a me non risulta che sia mai stato distribuito da noi, nemmeno in home video (come pure Porco Rosso, d'altronde). Forse esistono versioni fansubbate, non saprei...


gparker ha detto...

no il doppiaggio che io ho sentito è professionale, ricordo proprio una copia da edizione italiana. La cosa è stata confermatami dalla Lucky Red che mi ha spiegato che l'hanno ridoppiato perchè c'erano certe cose adattate male.

Fabio: non concordo, l'apice è La Città Incantata, con tutti i suoi colori e la sua CG. Utilizza tutti i mezzi possibili per un racconto impossibile che non vuole dir niente e dice tutto il dicibile.

Nausicaa secondo me è un cartone brutto e venuto proprio male. Ma Nausicaa della valle del vento, il fumetto, confermo che è una delle cose migliori mai lette in vita mia e lei lo stampino dal quale deriva molto del resto della produzione miyazakiana.


frankie666 ha detto...

per me MIyazaki sono tre opere:

- mononoke
- la città incantata
- conan

e sono molto curioso del fumetto di Nausicaa, di cui Parker mi parla da anni...


Fabio ha detto...

Anche l'articolo del Corriere dice che è ridoppiato per correggere problemi di adattamento, nonché per dotare i personaggi di voci più simili a quelle originali.
Io fino a ieri credevo che non fosse mai stato doppiato.

@gparker

La città incantata per me è il primo film che comincia a contenere cose discutibili. Il character-design di personaggi come la tenutaria delle terme (che rappresenta un po' il secondo stile di miyazaki, che convive con quello originario sempre presente nei personaggi di contorno), l'utilizzo di tre livelli - normale, ombra, riflesso - per l'ombreggiatura dei personaggi (io ne preferisco due), animazioni barocche di acqua, fuoco e vesti... tutte cose che poi vedremo amplificate nei film successivi come Howl e Ponyo. La CG invece è usata con sufficiente discrezione.
La città incantata certamente è l'opera più alta però io come disegno, per i motivi citati, preferisco Totoro.

Sul film Nausicaa probabilmente hai ragione tu, è un po' un pasticcio... io in seguito l'ho letto il manga e bisogna dire che non è facile ridurre quella storia là.
Anche il manga comunque pecca nella sceneggiatura a mio avviso, e molta azione è poco leggibile. Del resto Miyazaki, che pure disegna divinamente, ammette lui stesso di non avere un talento per il fumetto.
Ciò non toglie che Nausicaa, anche il film, abbia una carica emotiva fortissima. E per me contiene il tema più bello scritto da Hisaishi.


gparker ha detto...

si la storia è scandita male anche nel fumetto e il film riduce l'impossibile. Però ha una forza...

La città incantata è ciò che ogni film dovrebbe aspirare ad essere. :) il solito parere moderato...


frankie666 ha detto...

ci piaci così.

I pareri moderati sono per quelli che non si schierano, per quelli che fanno 0 a 0.


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.