2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

26.1.10

Il 3D in pellicola è realtà (da incubo)

Il 3D moderno è digitale, si basa su quella tecnologia e per quello funziona diversamente da quello del passato. Ma il digitale costa e oggi fanno capolino i primi sistemi per rendere i normali proiettori capaci di mandare film in pellicola 3D. Si tratta di una notizia ottima per gli esercenti e pessima per gli spettatori, i quali come spesso capita saranno per lo più ignari delle opportunità che gli sfuggono.
Da quando è cominciata la grande operazione di penetrazione nelle sale mondiali della tecnologia per la visione stereoscopica moderna, si è detto più volte che uno dei pregi maggiori è di forzare gli esercenti al passaggio verso i proiettori digitali. Anzi, è acclarato che tanta insistenza da parte dei produttori/distributori nel fare film in 3D e spingerli in giro (in molti casi finanziando le sale perchè comprino la tecnologia adeguata) è finalizzata ad avere il digitale nelle sale, cioè apparecchiature che consentano di distribuire i film non in pellicola (che significa portare le pizze con un camion e un impiegato) ma via internet (che significa abbattere grandissima parte dei costi).

Il sogno di un parco sale interamente digitali che sembrava ora finalmente ipotizzabile (sebbene in un remoto futuro) potrebbe infrangersi di fronte ai nuovi brevetti di Technicolor e OculR. Le due società hanno infatti messo a punto separatamente due sistemi diversi (leggi: rivali) per mandare film tridimensionali con un normalissimo proiettore in pellicola.

8 commenti:

Massimo ha detto...

poi vallo a sapere se una sala monta il proiettore digitale o meno...


gparker ha detto...

esatto


Fabio ha detto...

Ci vorrebbe una bella legge e/o autoregolamentazione che prevede di esporre un cartello che indica la tecnologia di proiezione.
Legalmente qualcosa a cui appigliarsi la si trova (basta andare a guardare i registri dell'authority che vigila sulla pubblicità ingannevole per vedere quanto sono azzeccagarbugli).


gparker ha detto...

l'avvocato del blog


Fabio ha detto...

..chi?


gparker ha detto...

non so. qualcuno si proporrà! Faranno a cazzotti.


Fabio ha detto...

Stiamo tranquilli. Pensa a tutto lui...


gparker ha detto...

vince sempre lui
che foto....


Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.