2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

5.5.11

Come parlare in rete

Un po' tutti hanno provato a fare dei talk show per la rete, è un genere che da subito ha stimolato la fantasia di chi voleva o era costretto a pensare audiovisivo per internet. Eppure, nonostante questo, raramente la conversazione da studio ha funzionato, l'idea di sentire due persone parlare in maniera spontanea per un tempo inferiore ai 10 minuti sembrava non trovare una dimensione o un pubblico.
Il problema principale era il più prevedibile, ovvero che la rete non era un luogo appetibile per grandi star e un talk con sconosciuti non regge bene. E anche quando l'appeal della rete per le star (si parla sempre di Stati Uniti) è aumentato, ancor mancavano dei padroni di casa di livello, intervistatori in grado di attirare grandi nomi. Detto in parole povere i ragazzi che realizzano serie per la rete in maniera autonoma non potevano invitare una celebrity né potevano contare sulla compresenza nella medesima città.

Insomma il talk show è un format che non è proibito alla rete ma che necessita di determinate condizioni per prendere quota. Nomi di richiamo e una location comoda per le star. Cose già vere per la televisione, alle quali internet pone un'ulteriore condizione: l'obbligo ad una leggerezza dei contenuti che non sia l'ironia di Leno o Letterman. Quello che solitamente si intende per leggerezza nei talk show infatti è un modo per far passare contenuti più seri, mentre in rete serve un'idea di comicità avvincente e sufficientemente demenziale per stimolare il click sul pulsante play di un video centrato su due persone che parlano.
È una questione di attenzione, l'attenzione necessaria a seguire una conversazione su temi seri (per quanto trattata ironicamente) e una sequenza di battute. Ad oggi in rete solo la seconda genera views.

Nessun commento:

Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.